Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 16-07-2011 19:04
in Attualità | Visto 2.569 volte
 

Il grande prato e la grande isola

E' conto alla rovescia per “Sognando Betsiboka - Un fiume di solidarietà a Bassano”: tre giorni di festa in Parco Ragazzi del '99 per presentare i progetti di microcredito in Madagascar promossi dalla Fondazione Etica ed Economia

Il grande prato e la grande isola

Foto Paolo Chiminazzo

Il grande prato è quello di Parco Ragazzi del '99 a Bassano del Grappa.
La grande isola è il Madagascar, la terra dei lemuri e dei grandi baobab incastonata tra l'Oceano Indiano e il Golfo del Mozambico nell'emisfero sud del pianeta.
Sono più di 11mila i chilometri che separano le rispettive latitudini, eppure il prato e l'isola - il 16, 17 e 18 settembre prossimi - saranno idealmente uniti in una grande festa aperta alla cittadinanza che proporrà in Parco Ragazzi un'intensa tre-giorni di eventi e di spettacoli.
La manifestazione è intitolata “Sognando Betsiboka - Un fiume di solidarietà a Bassano” ed è promossa dalla Fondazione Etica ed Economia di Bassano del Grappa che - dopo alcuni anni di attività in costante evoluzione, ma lontana dai riflettori dei media - si mette nuovamente e volutamente in vetrina per rilanciare a livello locale le sue ultime iniziative e riprendere le fila dei rapporti con la città.
“Betsiboka” è il nome del fiume della città di Mahajanga, sulla costa nord-ovest del Madagascar, dove la Fondazione e scuola d'impresa bassanese, che festeggia nel 2011 i suoi vent'anni di vita, ha concretizzato alcuni tra i suoi progetti più importanti: il V.I.M. - Villaggio Impresa in Madagascar, fondato nel 1999 grazie alla solidarietà di alcuni imprenditori del Bassanese e la Mutua Fide Bank (www.mutuafidebank.net/mutuafidebank/it/Home/), il progetto di microfinanza a sostegno delle piccole attività d'impresa nel Sud del mondo che ha generato, nella città malgascia, l'istituto di microcredito “Mutua Fide Microfinance”.
I risultati e le nuove prospettive delle attività promosse dalla Fondazione nel Paese in via di sviluppo saranno il filo conduttore di “Sognando Betsiboka” il cui scopo - oltre a far conoscere l'istituzione bassanese - sarà quello di devolvere i fondi raccolti dalle consumazioni dello stand gastronomico allestito per l'occasione alla stessa “Mutua Fide Microfinance”, nei cui confronti la Fondazione ha assunto l'impegno di una donazione annuale di risorse economiche.
Il programma della festa predisposto dagli organizzatori, in collaborazione con numerosi volontari, si rivolge alle più diverse fasce di età.
Si inizia venerdì 16 settembre alle 18 con una degustazione di aperitivi realizzati da alcuni esercenti del Bassanese, seguita da un DJ-set e da una cena curata da alcuni componenti dello storico G.A.M. (Gruppo Amici dei Missionari) di San Zeno di Cassola e dal Gruppo Alpini di Villa d'Asolo.
Dalle 21 e fino alle 23.30 seguirà l'esibizione di tre band musicali.
Sabato 17 si riparte alle 16 con attività per i bambini, seguita alle 18 da un'esibizione di danza delle Sweet Devils, dalla cena e alle 21.30 dallo spettacolo dei “Los Massadores”, gruppo musicale che in Veneto va per la maggiore grazie alle sue esibizioni in dialetto.
Domenica 18, infine, si comincia alla mattina con la banda di Campolongo sul Brenta e, alle 10.30, con la partita di calcio tra la squadra degli avvocati Jus Sport Bassano e la Nazionale Italiana Sindaci. Il match sarà seguito dal pranzo di gala curato dal Gruppo Ristoratori Bassanesi e, nel pomeriggio, dall'esibizione degli sbandieratori di Romano d'Ezzelino e da un incontro-dibattito di presentazione del progetto Mutua Fide Bank, intervallato da momenti di musica e balli africani del gruppo Yamà.
Dalle 20.30, accanto alla degustazione gastronomica, serata di animazione con balli latino-americani e performance di una scuola di salsa cubana.
Per l'occasione saranno anche in vendita, a 10 euro l'una, le magliette con il logo dell'evento “I love MdG”, dove “MdG”, ovviamente, sta per Madagascar.
E' stata inoltre attivata una pagina dedicata su facebook “Sognando Betsiboka”, per l'informazione e la condivisione dei messaggi dell'evento rivolta al popolo del web.
Tre giorni in cui, sul grande prato di Bassano, la grande isola sarà legata al filo diretto della solidarietà.