Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 05-04-2018 21:40
in Attualità | Visto 1.931 volte
 

Marcia indietro bis

Alpiniadi: le precisazioni dell'assessore Mazzocchin. La gara prevista nella giornata conclusiva del 10 giugno si svolgerà a Bassano l'8 giugno. Ma resta immutato il rammarico degli Alpini per il mancato gran finale della manifestazione in città

Marcia indietro bis

Alpiniadi: alla fine tutti d'amore e d'accordo. Ma con rammarico. (foto Alessandro Tich)

Marcia indietro bis. Dopo il nostro articolo di ieri, un arrabbiatissimo assessore comunale allo Sport Oscar Mazzocchin ha diffuso questo pomeriggio alle redazioni un comunicato stampa di precisazioni sulla mancata effettuazione a Bassano del Grappa, domenica 10 giugno, della gara conclusiva delle Alpiniadi Estive 2018: la grande manifestazione sportiva nazionale degli Alpini organizzata dall'ANA Montegrappa e ospitata nel territorio della sezione dal 7 al 10 giugno prossimi.
Diciamo subito, per dovere di rettifica, che la gara di corsa in montagna - disciplina-clou delle “piccole Olimpiadi alpine” - domenica 10 giugno effettivamente non si svolgerà a Bassano, come era originariamente previsto dal programma predisposto dalle Penne Nere. La gara comunque si farà, sempre a Bassano e con partenza da S. Eusebio, ma nella seconda giornata dei giochi: venerdì 8 giugno. E domenica 10, a seguito dello scambio forzato di date, la gara conclusiva delle Alpiniadi sarà sostituita dalla prova di staffetta in montagna sulle colline di Breganze, originariamente in programma per venerdì 8.
Ma la cosa non cambia i termini della questione - sotto il profilo di come è stata gestita la concomitanza del 10 giugno con la marcia di S. Eusebio - e soprattutto non cambia il dispiacere dell'ANA Montegrappa per il mancato svolgimento dell'evento di gran finale nella città di Bassano, città degli Alpini. Ma andiamo per ordine.
“Intervengo sulla questione relativa ad una gara delle Alpiniadi emersa in queste ore - esordisce Oscar Mazzocchin nel comunicato - perché ritengo che non ci debbano essere dubbi sul valore che l’Amministrazione riconosce ad un evento di questa importanza. L’Amministrazione comunale ha fin da subito dato ampia disponibilità alla miglior realizzazione possibile anche di questo appuntamento sportivo in città, cogliendo fin da subito l’importanza di un tale evento. Il consigliere comunale delegato Alessandro Faccio ed io abbiamo partecipato a numerosi incontri, finalizzati alla migliore organizzazione dei vari appuntamenti sportivi nell’ambito di Bassano Città Europea dello Sport.”
“Nelle varie richieste di inserimento di manifestazioni all’interno del programma ufficiale - prosegue la nota dell'assessore allo Sport - abbiamo rilevato una sovrapposizione di due manifestazioni sportive: la gara di corsa in montagna delle Alpiniadi e la diciannovesima edizione della marcia di S. Eusebio. I due eventi erano stati programmati nello stesso giorno, così fin da subito abbiamo interloquito con entrambi i gruppi organizzatori ed è stata la stessa sezione ANA di Bassano a proporre lo spostamento, non della gara, ma della data della corsa che avverrà venerdì 8 giugno anziché domenica 10 giugno a Bassano permettendo ad entrambe le gare di avere adeguate attenzioni e visibilità.”
“Colgo l’occasione - prosegue l'amministratore pubblico - per ringraziare ancora una volta l’ANA nelle persone del presidente Giuseppe Rugolo e del vice Lino Borsa, per aver deciso di invertire l’ordine delle competizioni così da permettere lo svolgimento della gara di corsa in piena sicurezza.”
“Continua nel frattempo - aggiunge Mazzocchin - il tavolo organizzativo permanente tra l’Amministrazione comunale e l’ANA. Ci siamo riuniti anche questa mattina per costruire il calendario delle competizioni, che sarà fittissimo e coinvolgerà i comuni di Bassano del Grappa, Breganze, Possagno ed Enego. Posso anticipare che il quartier generale della manifestazione sarà il Centro Giovanile di Bassano del Grappa e il campo sarà allestito alla Caserma Montegrappa.”
Questo è dunque ciò che dice l'assessore allo Sport in merito alla modifica del calendario delle gare delle Alpiniadi. Quello che l'assessore non dice, e che ha detto invece ieri il presidente dell'ANA Montegrappa Giuseppe Rugolo, è che della sovrapposizione tra le due manifestazioni del 10 giugno gli Alpini hanno avuto notizia solamente un mese fa.
Vale a dire a soli tre mesi dalla partenza della manifestazione nazionale, con 1500 agonisti complessivi partecipanti, sulla quale la sezione ANA sta lavorando già da molto tempo.
Ne è conseguito, come già scritto, il tentativo delle Penne Nere di scendere a patti con gli organizzatori della marcia di S. Eusebio per risolvere la concomitanza, interpellando a tale scopo l'Amministrazione comunale, ma senza risultato alcuno.
Da qui, “obtorto collo”, la proposta della data alternativa che ha visto gli Alpini adeguarsi alle esigenze altrui e non il contrario.
“La città di Bassano del Grappa - conclude nel suo comunicato l'assessore Oscar Mazzocchin - dal 7 al 10 giugno 2018 respirerà a pieni polmoni le Alpiniadi 2018!”.
Un'entusiastica affermazione di bassanesità correlata all'evento che tuttavia non trova riscontro presso i vertici della sezione delle Penne Nere.
“Resta il rammarico di non poter dare ai bassanesi il piacere di regalare alla città l'ultima gara - conferma il presidente dell'ANA Montegrappa Giuseppe Rugolo, nuovamente contattato oggi da Bassanonet -. Quella gara è l'ultima finale, sarebbe stato un aspetto suggestivo finire in città.” “Resta il rammarico degli Alpini di non poter chiudere in bellezza - ribadisce ulteriormente il presidente sezionale -. Abbiamo dovuto decidere di invertire le date col dispiacere di non essere riusciti a sbloccare l'altro comitato. Comunque dai, è andata così...”.
Già, cari lettori: ora che abbiamo dato anche le precisazioni, è andata così.
Una soluzione che si è dovuta trovare alla bell'e meglio nel luccicante palcoscenico di Bassano Città Europea dello Sport.