Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 09-11-2016 16:15
in Cronaca | Visto 921 volte
 

Borseggi a Bassano, denunciate tre persone

La Stazione Carabinieri di Bassano del Grappa, sempre molto attiva sulla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, è risalita agli autori di due diversi episodi delittuosi.
Il primo caso è relativo ad un furto con destrezza di telefono cellulare avvenuto lo scorso maggio all’interno della discoteca “LIV” di Bassano. A seguito della denuncia della parte offesa, i militari dell'Arma hanno attivato le ricerche tramite testimonianze dirette di persone presenti la sera del furto.
Gli elementi raccolti sono stati quindi combinati con l’analisi del traffico telefonico, individuando quindi il senegalese 21enne G.A.M. quale autore materiale del furto iniziale. A seguito di perquisizione domiciliare, i militari di Bassano hanno quindi rinvenuto l’apparato nella disponibilità della senegalese 28enne S.N.A.
Il primo africano è stato pertanto denunciato per furto con destrezza e il secondo per il reato di ricettazione; mentre la refurtiva è stata recuperata e restituita al legittimo proprietario.
Il secondo caso riguarda invece un furto di portafogli avvenuto ai danni di un bassanese all’interno della Sala Giochi “Admiral” di Bassano del Grappa.
L’Arma della Stazione di Bassano ha attivato le proprie indagini a seguito di un vero e proprio borseggio consumatosi all’interno del locale, da cui la vittima ha prontamente contattato il “112”. L’esame delle telecamere interne effettuato dai Carabinieri ha consentito di focalizzare chiaramente il volto del reo, successivamente identificato come il 46enne veronese R.N. Grazie all’ausilio del personale del locale, che ha visionato le immagini assieme ai militari, lo stesso è stato individuato a distanza di qualche ora quando si portava nuovamente all’interno della sala giochi.
Il personale della sala ha poi contattato nuovamente i Carabinieri che hanno messo sotto pressione il 46enne fino a fargli confessare l’atto criminoso ed a fargli restituire il portafogli, poi riconsegnato con tutto il denaro, oltre duecento euro, all’avente diritto.
Ancora una volta i Carabinieri di Bassano del Grappa svelano gli autori di reati predatori, magari non particolarmente evidenti sotto il profilo squisitamente economico, ma di sicuro importanti per le vittime.

Più visti