Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 05-09-2013 18:44
in Attualità | Visto 2.117 volte

Bonaguro International

L'Italia e il resto del mondo: dal 6 all'8 settembre a Palazzo Bonaguro a Bassano la 9° edizione della Festa delle Culture, dedicata quest'anno al tema dell'“abbraccio”. Coi riflettori dell'attualità puntati anche sul dramma della Siria

Bonaguro International

Foto Alessandro Tich

L'Italia e il resto del mondo. Non è una partita di calcio, ma il senso dell'“incontro” che da nove anni a questa parte contraddistingue la Festa delle Culture, la manifestazione promossa e organizzata dall'Associazione Il Quarto Ponte - Centro Interculturale di Bassano del Grappa. L'evento, patrocinato dall'Amministrazione Comunale, si ripete anche quest'anno: ad ospitarlo, ancora una volta, è Palazzo Bonaguro le cui sale e il cui cortile daranno spazio a un fitto programma di esposizioni, incontri, dibattiti e spettacoli nell'intensa tre-giorni da venerdì 6 a domenica 8 settembre.
Filo conduttore dell'edizione 2013 è il tema “L'abbraccio: un gesto antico come l'umanità”. Un'occasione per presentare - coi diversi contributi degli eventi in agenda - i vari aspetti dell'avvicinamento tra le persone, ma anche per riflettere sugli attuali fenomeni che dell'“abbraccio” tra gli individui e tra i popoli rappresentano invece la negazione.
Si comincia domani, venerdì 6, con l'inaugurazione ufficiale alle ore 16 con i saluti delle autorità e la partecipazione della cantante Leda Kreider.
Dopo la presentazione della mostra “Creatività famigliare”, che occupa le sale al primo piano del palazzo, segue alle 17.30 una conferenza sul tema - reso purtroppo attualissimo dalle numerose notizie di cronaca nazionale degli ultimi mesi riferite a omicidi o atti di violenza che hanno avuto come vittime le donne - della prevenzione e del contrasto della violenza di genere. Partecipano in veste di relatori i rappresentanti delle associazioni impegnate in questo delicato settore (Ridim, Casa Sichem, Spazio Donna), delle Forze dell'Ordine, del Comune e dell'Ulss 3 di Bassano.
A seguire “I diritti dell'uomo - Recital di poesia e musica sulla cultura armena” e la proiezione, a cura di Legambiente, del cortometraggio “L'uomo che piantava gli alberi” di Frédéric Back. Finale di serata con l'esibizione dei Savary di musica latino-americana e folkloristica andina.
Sabato 7, dopo la tradizionale colazione interculturale, la mattinata sarà animata alle 11 dalla dimostrazione pratica di karate per bambini a cura del maestro Stefano Mezzalira, del Karate Club Bassano.
Il grosso del programma è concentrato nel pomeriggio, sempre dalle 16.
Dopo il canto e la lettura della ninna nanna africana “Kototo Lala” a cura di Issiya Longo dell'associazione Undugu onlus, alle 16.30 si accenderanno i riflettori sul dramma della Siria, il Paese in questi giorni al centro dell'attenzione internazionale e in particolare del G20 riunito a San Pietroburgo. Interverranno al dibattito i due scrittori Shady Hamadi e Amani El Nasif, il primo figlio di una famiglia siriana esiliata in Italia e la seconda giovane siriana cresciuta a Bassano, protagonista di un noto caso di ribellione alla volontà della famiglia che a 16 anni l'aveva riportata con un pretesto nel Paese d'origine per darla in realtà in sposa, forzatamente, ad un cugino.
Di seguito la presentazione del libro “99 giorni nel regno di mezzo - Diario originale made in China” di Andrea Zen e Filippo Zordan, l'aperitivo etnico, danza orientale con il gruppo Gessica Formazione Danza, il reading musicale jazz “La voce della madre terra” a cura di Legambiente e in serata l'esibizione del gruppo Ajde Zora, con musica balcanica e sonorità tradizionali balkan gipsy.
Domenica 8 settembre nuova colazione interculturale e quindi alle 11 “Il bacino origine della forza”, lezione teorico-pratica di ginnastica dolce metodo Feldenkrais con il Centro Tecniche Dolci di Bassano e alle 13 “assaggi e stuzzichini dal mondo” con sottofondo di flauti bansuri.
Alle 16.30 laboratorio di musica e capoeira col maestro Zequinha dell'associazione Capoeira Angola Pernambuco, cui farà seguito l'immancabile sfilata di abiti tradizionali dal mondo, con balli e canti tipici di vari Paesi.
La festa si chiuderà ufficialmente alle 21, ma con un “bonus” in programma alle 21.30: lo spettacolo musicale psichedelico “Siamo nati vegetali” dell'autore e performer milanese Andrea Tich & Le Strane Canzoni.
Nella sede della manifestazione, inoltre, saranno come sempre allestiti gli stand di diverse associazioni del nostro territorio.
“Quest'anno abbiamo fatto molti cambiamenti rispetto alle edizioni passate - ci dice la presidente dell'Associazione Il Quarto Ponte, Adriana Tito -. Credo che sarà una festa che avrà un grande successo. Ringrazio i collaboratori che hanno lavorato per la sua organizzazione, e in particolare Marinka, Moises, Nicoletta e Mirko.”
Palazzo Bonauguro, dunque, respirerà nel fine settimana un'aria international. Un piccolo giro del mondo in tre giorni che si apre alla città.

Più visti