Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 09-07-2009 22:10
in Attualità | Visto 1.782 volte

Teatro Astra: il Comune si impegna sul filo di lana

E' l'ultimo atto dell'Amministrazione Bizzotto. Siglato il 18 giugno un protocollo d'intesa col Comitato "Salviamo il nostro Teatro". Previsto uno "stanziamento adeguato" nel bilancio comunale

Teatro Astra: il Comune si impegna sul filo di lana

Firmata l'intesa tra Comune e privati per il recupero del Teatro Astra

Teatro Astra: la “patata bollente” passa adesso nel piatto del sindaco Cimatti.
Lo scorso 18 agosto, in concomitanza con l'ultima seduta di giunta dell'Amministrazione Bizzotto, il Comune di Bassano ha sottoscritto un protocollo d'intesa con il “Comitato per la Restituzione alla Città di Bassano del Grappa del suo Teatro Storico”.
Il documento, firmato dal sindaco uscente Gianpaolo Bizzotto e dal vicepresidente del Comitato Nino Balestra (in assenza del presidente Carlo Brunetti), ha validità triennale e impegna congiuntamente il Comune e l'associazione a promuovere iniziative pubbliche o private per la raccolta di fondi finalizzati “all'acquisto, al ripristino e al completamento” del Teatro. L'Amministrazione Comunale si impegna inoltre “a stanziare nel bilancio 2009 una somma adeguata” a tale scopo.
Secondo il protocollo d'intesa “se entro tre anni non si concluderà il passaggio di proprietà del Teatro alla Città di Bassano le somme eventualmente erogate dovranno essere restituite.”
Il Teatro, attualmente di proprietà di una società immobiliare bassanese, ha una storia bicentenaria. Inaugurato nel 1807, in piena era napoleonica, l'allora “Teatro Sociale” era uno splendido esempio di “teatro all'italiana” con platea e palchetti. Sul suo palcoscenico si sono esibiti alcuni tra i maggiori artisti dell'8 e 900, tra cui Niccolò Paganini in un memorabile concerto nel 1816. Dopo vari passaggi di proprietà, nel 1949 venne radicalmente ristrutturato e trasformato in una sala cinematografica.
Con l'acquisto da parte degli ultimi proprietari e il conseguente rischio di chiusura e di altra destinazione d'uso, un gruppo di cittadini ha costituito il Comitato che con il motto “Salviamo il nostro teatro” promuove iniziative e raccolte fondi per la restituzione alla città dello storico immobile di Viale dei Martiri. Ora anche il Comune, ufficialmente, è della partita: con l'accordo siglato da Bizzotto sul filo di lana.
Un'impegnativa eredità che la nuova Amministrazione si trova adesso a dover gestire.

    LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

    Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

    Più visti