Pubblicato il 09-07-2009 19:24
in S.O.S. città | Visto 2.710 volte

Rifiuti in Largo Perlasca

La segnalazione di un nostro lettore: rifiuti abbandonati ai piedi dei cassonetti in un parcheggio cittadino.

Rifiuti in Largo Perlasca
Riceviamo dal nostro lettore Fabrizio M. questa segnalazione, corredata di foto:

"Questa mattina ho scattato questa foto nella parte nord del parcheggio del complesso "Le Torri", in Largo Perlasca.
Dopo le ultime rivoluzioni dell’ETRA sulle modalità di consegna e raccolta dei rifiuti, sono state allestite due zone all’interno del parcheggio
citato. Magari non sono abbastanza capienti da raccogliere sempre tutto ciò che vi deve essere depositato, ma sono comunque presenti tutti i diversi tipi di bidoni e cassonetti per raccogliere i vari tipi di rifiuto.
Come si può vedere nella foto, invece, l’area viene utilizzata come “discarica a cielo aperto". Noi inquilini siamo dotati di apposita chiave per aprire e chiudere i cassonetti in dotazione, anche se alcuni cassonetti presentano già la serratura manomessa.
Non voglio ora mettere in discussione le scelte dell’ETRA, ciò di cui mi stupisco è l’inciviltà che denota questo atteggiamento da parte sia degli inquilini del complesso che non hanno tempo da perdere per aprire o chiudere un bidone (oppure pensano che lasciando lì un paio di sci usati qualcuno se li porti via), sia dei fruitori di passaggio, ovverosia coloro che transitano, magari a sera tarda in auto, e non ci pensano su due volte a fermarsi e lasciare per terra i loro sacchetti.
Lavoro nell’ambito delle energie alternative e rinnovabili e sono quindi particolarmente sensibile a questo tema, a maggior ragione avendo dei bambini piccoli. E’ stato da poco installato anche un sistema di videosorveglianza per il controllo dei porticati: perché non metterne uno anche per il controllo della consegna dei rifiuti? Sono previste delle sanzioni se questa procedura non viene effettuata in maniera adeguata e non vorrei trovare nella prossima lista delle spese condominiali questa voce da pagare solo perché qualcuno se ne infischia delle regole basilari del vivere comune.
Esorto veramente tutti segnalare alle autorità competenti (vigili, per esempio) questo tipo di comportamenti riprovevoli che alla fine non sono a vantaggio di nessuno, perché sono azioni che danneggiano l’intera comunità. Anche se getto la spazzatura nel giardino del vicino (il famoso approccio del “not in my back yard” di americana memoria) rimane sempre spazzatura da eliminare.
Chiosa finale extra-denuncia : mi sembra che questo tipo di segnalazione si sempre più frequente; al di là del tentativo, spesso utopistico, di tentare di educare le persone, non è magari il caso che anche gli organi preposti pensino a qualche intervento concreto e tempestivo?".

Bassanonet TV

Libertà è Parola

Libertà è Parola: "Italia digitale: nessuno sia lasciato indietro"

L’Italia, un paese che, come tutti, si è dovuto “scoprire” digitale per rispondere all'emergenza. Oggi, di fronte ad un futuro che nasconde...

Più visti