Sant'Eusebio
Sant'Eusebio

Redazione Redazione

Bassanonet.it

Cronaca

Nuovo caso sospetto di “Febbre del Nilo” al San Bassiano

Dopo i primi due pazienti ricoverati all'ospedale per l'infezione trasmessa dalla zanzara, un terzo caso è in attesa di diagnosi. Tutti e tre i casi riguardano persone che hanno soggiornato a Jesolo. L'Ulss 3: “La malattia non è contagiosa"

Pubblicato il 10-09-2012
Visto 2.942 volte

Sant'Eusebio

Riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato, trasmesso in redazione dall'ufficio stampa dell'Ulss n. 3:

COMUNICATO

Foto Alessandro Tich - Archivio Bassanonet


E’ di sabato la notizia di cronaca che informa di due pazienti ricoverati al San Bassiano per “Febbre del Nilo”.
ULSS 3 conferma che si tratta di due persone che avevano recentemente soggiornato a Jesolo, una delle località venete nelle quali sembra esservi una maggiore presenza del virus che - come correttamente riportato dal cronista - viene trasportato dalle zanzare e dagli uccelli selvatici, che lo possono trasmettere all’uomo, ai cavalli e (talvolta) a cani, gatti e conigli.
Si conferma anche la presenza di un terzo caso sospetto, anch’esso reduce da una vacanza a Jesolo, per il quale si attende la diagnosi definitiva.
La malattia non si trasmette, invece, per contagio da uomo a uomo.
Nell’80% delle persone infette il virus non provoca nessuna conseguenza.

Non risultano casi di “West Nile” (la malattia si chiama in questo modo perché il virus è stato isolato per la prima volta, nella prima metà del secolo scorso, in un distretto dell’Uganda chiamato, appunto, West Nile) che abbiano avuto origine nel nostro territorio e quindi da puntura di zanzare sviluppatesi nelle nostre zone.
 
E’ comunque appropriato e sano mantenere comportamenti che non alimentino il proliferare di questi insetti, la cui moltiplicazione - oltre che fastidiosa - è inopportuna.
Considerato il perdurare di un clima caldo, ULSS 3 invita tutti i cittadini ad attenersi ancora ad alcuni consigli di base:

1.       evitare che si formino ristagni d’acqua nei giardini, negli orti e sui terrazzi. Questi ristagni (anche se di modeste dimensioni, come i sottovasi delle piante ornamentali) sono il terreno preferito dalle zanzare per deporre le loro uova;
2.       negli orti, meglio evitare le riserve d'acqua nei bidoni e, se non è possibile, occorre tenerli sempre coperti;
3.       è buona norma innaffiare i prati e le piante sui terrazzi preferibilmente in orario notturno;
4.       meglio svuotare frequentemente le ciotole d'acqua destinate agli animali domestici e non lasciare le piscine gonfiabili con la stessa acqua per più giorni;
5.       nelle vasche ornamentali è opportuno introdurre pesci che si cibano di larve.
 

Più visti

1

Cronaca

27-06-2022

Crolla la tettoia del palco, concerto di Elisa annullato

Visto 11.076 volte

2

Attualità

25-06-2022

Happy End

Visto 7.011 volte

3

Politica

25-06-2022

Niente di personale

Visto 6.653 volte

4

Politica

25-06-2022

Campagna d’Africa

Visto 6.557 volte

5

Attualità

25-06-2022

Posta prioritaria

Visto 6.252 volte

6

Cronaca

27-06-2022

Concerto Elisa, ecco la nuova data

Visto 6.220 volte

7

Cronaca

27-06-2022

In punta di penna

Visto 6.184 volte

8

Attualità

28-06-2022

Battaglione Sammarco

Visto 4.546 volte

9

Arte

25-06-2022

Dedicato a Canova

Visto 3.416 volte

10

Attualità

29-06-2022

Campione d’Europa

Visto 2.726 volte

1

Cronaca

27-06-2022

Crolla la tettoia del palco, concerto di Elisa annullato

Visto 11.076 volte

2

Attualità

16-06-2022

Veni, Vini, Piwi

Visto 10.162 volte

3

Attualità

07-06-2022

Roberto bolle

Visto 9.522 volte

4

Attualità

20-06-2022

Pezzi da 60

Visto 8.025 volte

5

Attualità

14-06-2022

Superstrada Pantalon

Visto 7.682 volte

6

Politica

01-06-2022

Rischiatutto

Visto 7.607 volte

7

Attualità

11-06-2022

L’A.RI.A che tira

Visto 7.320 volte

8

Attualità

18-06-2022

Sandwich Meccanico

Visto 7.266 volte

9

Attualità

19-06-2022

Fino a esaurimento scorte

Visto 7.251 volte

10

Cronaca

15-06-2022

Notte di fuoco

Visto 7.098 volte