Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 24-05-2012 20:58
in Attualità | Visto 3.524 volte
 

Risotto “bassanese” per il compleanno del Papa

Papa Ratzinger ha festeggiato in Vaticano il suo 85° compleanno assieme al collegio cardinalizio, servito a tavola da Sergio Dussin. Nel menù papale predisposto dal ristoratore bassanese, anche il “Risotto agli asparagi bianchi di Bassano”

Risotto “bassanese” per il compleanno del Papa

Gli 85 anni di Benedetto XVI. Sergio Dussin: "E' un grandissimo Papa, che probabilmente sarà capito quando non lo avremo più"

Il suo 85° compleanno cadeva il 16 aprile, ma Papa Benedetto XVI ha preferito celebrare il genetliaco, assieme al settimo anniversario della sua elezione alla guida della Santa Sede, un mese più tardi e in forma riservata.
E così lunedì scorso, 21 maggio, il Santo Padre Joseph Ratzinger ha radunato attorno a sé il collegio cardinalizio nella Sala Ducale del Collegio Apostolico con il quale si è intrattenuto a pranzo per la lieta occasione.
Anche questa volta, il servizio di cucina e di sala nelle stanze vaticane è stato affidato allo staff di Sergio Dussin: il ristoratore bassanese che all'ombra della cupola di San Pietro è ormai di casa. E anche per questa ricorrenza, Dussin ha inserito nel menù papale un prodotto tipico del nostro territorio. Che, vista la stagione, non poteva che essere l'Asparago Bianco di Bassano DOP: ingrediente principe del “Risotto con asparagi bianchi di Bassano” servito a tavola come primo piatto, preceduto da un “Flan di zucchine con crema allo zafferano” e seguito da un “Medaglione di faraona disossata e farcita con spinaci al burro” e da un “Dolce Sacher”.
L'evento celebrativo è raccontato in servizio video in lingua spagnola dell'agenzia “Rome Reports” (www.romereports.com/palio/el-papa-invita-a-almorzar-a-los-cardenales-me-siento-seguro-estando-con-vosotros-spanish-6858.html) nel quale, al minuto 0.27”, si vede lo stesso Dussin, a fianco della tavola del Pontefice, in attesa di servire in sala al desco pontificio.
“E' stata un'esperienza come sempre meravigliosa, e ho portato con me tutti i ragazzi del “Pioppeto” e della “Mena” - racconta Dussin a Bassanonet -. Nel Papa ho visto una persona felice di essere festeggiato dai suoi cardinali, perché con loro, come si vede anche nel filmato, si è sentito in famiglia. E' un grandissimo Papa, che probabilmente sarà capito quando non lo avremo più. Questo è un momento difficile per il mondo e per la Chiesa, e lui la sta traghettando fuori da questo periodo. E' il momento di risolvere, e non di giudicare.”
“Per noi - conclude Dussin - è stata anche una grande soddisfazione e un riconoscimento ai nostri prodotti, come l'asparago, e alla nostra cucina.”