Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Luigi MarcadellaLuigi Marcadella
Giornalista
Bassanonet.it

Industria

Inflazione alimentare

Cosa succederà ai prezzi dei beni alimentari? Le previsioni di Ilaria Fabiola Tabone, ceo del Molino Rossetto Livio e presidente della Sezione Alimentari e Bevande di Confindustria Vicenza

Pubblicato il 26-08-2023
Visto 8.369 volte

Pubblicità

Nicola Ignazio Finco

L’aumento dei prezzi dei beni alimentari è stato a dir poco vertiginoso in quest’ultimo anno e mezzo.
Oltre alle considerazioni finanziarie, i consumatori hanno dovuto e devono fare i conti con scontrini di bar, ristoranti e supermercati che anche psicologicamente in molti casi fanno pensare ad una sorta di “fregatura continua”.
È l’inflazione bellezza, direbbe qualcuno, una brutta bestia da debellare al più presto. In attesa della prossima rilevazione di fine agosto, su dati di luglio, l’Istat registra che l’indice nazionale dei prezzi al consumo per l’intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, segnala ancora una variazione nulla su base mensile e un aumento del 5,9% su base annua (dal +6,4% del mese precedente).

Ilaria Fabiola Tabone (Ceo Molino Rossetto Livio e presidente della Sezione Alimentari e Bevande di Confindustria Vicenza)

La decelerazione si deve al rallentamento della crescita tendenziale dei prezzi dei Servizi relativi ai trasporti (da +4,7% a +2,4%), dei Beni energetici non regolamentati (da +8,4% a +7,0%) e degli Alimentari lavorati (da +11,5% a +10,5%).
Tuttavia, citando alla lettera l’Istat, tali effetti sono stati solo in parte compensati dalle spinte al rialzo dei prezzi degli Alimentari non lavorati (da +9,4% a +10,4%).
Semplificando al massimo: in linea generale la tendenza a salire dei prezzi si è (quasi) arrestata, ma il livello raggiunto è comunque alto, molto alto in alcuni comparti.

Per Ilaria Fabiola Tabone, ceo del Molino Rossetto Livio di Pozzoleone e presidente della Sezione Alimentari e Bevande di Confindustria Vicenza, sul fronte dei prezzi dei beni alimentari dovremo aspettarci ancora scenari di incertezza e un alternarsi di previsioni da ponderare con cura («montagne russe nei mercati», è la metafora usata ad inizio intervista dalla Tabone). «Se parliamo di dinamiche macroeconomiche, dobbiamo chiarire che la crescita dei tassi di interesse e l’incertezza sul futuro sono elementi che contribuiscono a tenere i prezzi alti, sia pure in via indiretta. Inoltre, le filiere legate al settore primario dell’agricoltura sono state stravolte da calamità naturali, “disastrate” dal problema occupazionale e interessate da un grande problema di riorganizzazione produttiva. Termini nuovi quali “agricoltura di precisione” o “agricoltura verticale”, spiegano molto bene quanto sia complesso il percorso per l’innovazione. Parallelamente assistiamo all’emergere di nuove abitudini del consumatore, come l’acquisto di quantità ridotte e una grande attenzione allo spreco alimentare».

L’inflazione che ha stravolto il quadro economico globale negli ultimi 18 mesi potrebbe non essersi ancora avviata verso “la coda”, come si dice in gergo. Da Jackson Hole, l’altro ieri il presidente della Federal Reserve Jerome Powell ha fatto capire che l’inflazione è ancora troppo alta e saranno probabilmente necessari nuovi aumenti dei tassi di interesse.

«La scelta obbligata che accomuna tutto il comparto alimentare – prosegue Ilaria Tabone - è stata finora quella di trasferire in maniera graduale l’incremento dei costi al consumatore finale. Ma dobbiamo anche pensare al fuoco incrociato che ci ha coinvolti negli ultimi 18 mesi. Si tratta di variabili di cui abbiamo dovuto prendere atto, navigando nella totale incertezza: in primis il conflitto Russia-Ucraina con le conseguenti crisi energetiche, rimbalzate come in un flipper nei settori dei trasporti e degli imballaggi, proprio quando ci stavamo rialzando dalla dura prova della pandemia. Sul fronte prezzi, in alcuni casi si sono colpevolizzate le aziende di speculazione e si è parlato di rivincite silenziose sui consumatori. A queste narrazioni rispondiamo che il prezzo finale di un prodotto a scaffale risente di meccanismi molto complessi: penso alle strategie commerciali dei grandi gruppi che devono essere poste in atto con parecchi mesi di anticipo. La verità dei fatti è che a partire dal 2021 dopo trent’anni è ripartito il carovita e dobbiamo spiegare l’inflazione a chi non l’aveva mai conosciuta. Non dimentichiamo, infine, l’impegno in termini di costo che ormai tutte le imprese spendono per raggiungere traguardi di sostenibilità, obiettivi posti dall’agenda ONU 2030».

Pubblicità

Roberto Marin SindacoElena DonazzanRoberto Campagnolo SindacoAndrea ZontaDemocrazia CristianaElena Pavan

Più visti

1

Elezioni 2024

23-05-2024

Guglielmix

Visto 24.842 volte

2

Elezioni 2024

22-05-2024

Ora et Labora

Visto 17.931 volte

3

Elezioni 2024

22-05-2024

Campi magnetici

Visto 17.657 volte

4

Elezioni 2024

22-05-2024

Movimento 5 Sberle

Visto 17.510 volte

5

Elezioni 2024

23-05-2024

Ursulo von der Finco

Visto 15.534 volte

6

Elezioni 2024

24-05-2024

Donzelli d’Italia

Visto 12.087 volte

7

Attualità

25-05-2024

Cromo 6 spacciato

Visto 10.657 volte

8

Attualità

25-05-2024

El Pirata

Visto 9.516 volte

9

Attualità

24-05-2024

Odi Barbare

Visto 9.149 volte

10

Attualità

25-05-2024

Tadej-Day

Visto 8.740 volte

1

Elezioni 2024

15-05-2024

Che la Forza sia con te

Visto 25.278 volte

2

Elezioni 2024

23-05-2024

Guglielmix

Visto 24.842 volte

3

Elezioni 2024

19-05-2024

Fincantieri

Visto 21.797 volte

4

Elezioni 2024

14-05-2024

Ruggeri-Morandi-Tozzi-Pasinato

Visto 20.961 volte

5

Elezioni 2024

21-05-2024

Società per Azione

Visto 20.823 volte

6

Elezioni 2024

21-05-2024

Conte partirò

Visto 20.689 volte

7

Elezioni 2024

20-05-2024

Sul Conte di Bassano

Visto 20.458 volte

8

Elezioni 2024

15-05-2024

Wolfgang Amadeus Marin

Visto 19.569 volte

9

Elezioni 2024

21-05-2024

Lo strano caso del Dottor Renzi e Mr. Finco

Visto 19.531 volte

10

Elezioni 2024

21-05-2024

La resa dei Conte

Visto 19.523 volte