Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 18-08-2011 11:13
in Luoghi | Visto 4.363 volte

Villa Negri: una “perla” per Romano

A settembre la conclusione del primo stralcio dei lavori. Sopralluogo del sindaco Olivo, dell’assessore Ronchi e degli addetti ai lavori

Villa Negri: una “perla” per Romano

Il sopralluogo dell'assessore Ronchi e del sindaco Olivo al cantiere di Villa Negri a Romano d'Ezzelino

Sarà un pozzo veneziano l’ingresso della nuova biblioteca di Villa Negri, una scala a chiocciola scoperta proprio durante il cantiere. Una chicca che impreziosirà il già bellissimo impianto della Villa del 1500/1600, che a settembre vedrà la conclusione del primo stralcio dei lavori.
“I lavori sono costati 1 milione e 300mila euro, 250mila dei quali giunti come contributo dalla Regione Veneto” - spiega l’Assessore, al patrimonio Massimo Ronchi, durante il sopralluogo effettuato sul posto. Sono stati eseguiti dei lavori di risanamento al corpo della Villa centrale, proprio dove sta per sorgere la biblioteca. Nel corso di questi mesi sono stati ritrovati dei reperti archeologici, tra i quali due pozzi veneziani e uno di questi diventerà l’ingresso della biblioteca.”
Considerata la veneranda età della struttura sono stati installati dei nuovi serramenti ed è stato sistemato il tutto.
“Il secondo stralcio dei lavori costerà 800mila euro, una somma già finanziata dal Comune. Tutto però è bloccato dal patto di stabilità - prosegue l’Assessore Ronchi -. Nella seconda fase si arriverà alla finitura di tutto l’edificio e vedranno la luce numerosi affreschi, stucchi, decorazioni antiche coperti dal tempo e dall’intonaco che ha avuto tuttavia la fortuna di proteggerli dall’usura del tempo. Un intervento di grande importanza per Romano e la sua storia.”
E’ già attivo invece l’oratorio presente in Villa Negri, una sorta di cappella già utilizzata per mostre e altre iniziative. Anche il parco della villa in questi mesi è stato eccezionale teatro di numerosi momenti pensati dall’Amministrazione, e non solo, per la collettività: da “Birbalandia” per i più piccoli all’”Anguriata”, tradizionale manifestazione promossa ed organizzata dai commercianti di Romano.
Ma l’oratorio potrebbe diventare anche una singolare location per matrimoni… fuori dal comune: “Confidiamo in una modifica della normativa che regolamenta i riti civili - prosegue Ronchi - Se venissero permessi i matrimoni ufficiali fuori dal municipio potremmo proporre proprio l’oratorio: con il patio all’esterno e la sua posizione dominante tutto il parco rappresenterebbe la location ideale anche per il set fotografico.”
Oltre al sindaco Rossella Olivo e all’assessore Massimo Ronchi, hanno preso parte al sopralluogo in villa anche l’architetto e direttore dei lavori Danilo Bianchin e il titolare della ditta incaricata che ha curato il particolare accesso con la scala a chiocciola.
Appuntamento a settembre quindi per ammirare questa prima significativa conclusione degli interventi.
“Il lavoro è stato veramente qualificante sia per il recupero dell’intero manufatto sia per l’originalità dei risultati ottenuti con il pozzo veneziano a vista come ingresso - conclude il sindaco Rossella Olivo -. La struttura diventerà una “perla” che il Comune di Romano potrà consegnare nelle mani dei suoi cittadini, tenendo presente la valorizzazione non solo culturale ma anche paesaggistica del sito per la volontà dell’Amministrazione comunale di tutelarne il parco, facendolo diventare una vera e propria oasi ambientale.”

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti