Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 15-06-2019 14:02
in Politica | Visto 1.527 volte
 

Minority Report

Primo intervento polemico delle minoranze consiliari di Bassano dopo il consiglio comunale di esordio dell'altra sera

Minority Report

Foto: Danilo Omodei

Minority Report, numero 1. Il primo compito delle minoranze consiliari è quello di farsi sentire e la nuova minoranza di Bassano del Grappa lo ha fatto subito, immediatamente il giorno dopo il primo consiglio comunale dell'era Pavan tenutosi l'altro ieri sera.
La seduta di esordio della rinnovata assemblea civica, apertasi col rito del giuramento del sindaco e comprendente anche la comunicazione del sindaco al consiglio in ordine alla nomina della giunta comunale, aveva come punto principale all'ordine del giorno l'elezione del presidente del consiglio comunale stesso. Un passaggio che si è risolto con una fumata nera, e col necessario rinvio della questione alla prossima seduta, per il non raggiungimento dei voti necessari all'elezione del consigliere di maggioranza Alessio Savona, della lista #Pavan Sindaco, per un improvviso mal di pancia istituzionale del consigliere Claudio Mazzocco, della lista #Pavan Sindaco medesima, che si è astenuto dal voto e che a quanto pare avrebbe aspirato a concorrere alla stessa carica.
Questo ed altro hanno dato spunto ad un comunicato stampa trasmesso ieri in redazione dal consigliere di minoranza Angelo Vernillo e firmato da tutti i consiglieri comunali di opposizione, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

È QUESTO L’INIZIO DEL CAMBIAMENTO?
Considerazioni a margine del primo consiglio comunale


Abbiamo partecipato con totale apertura e disponibilità al primo consiglio comunale ieri sera.
Tutti noi abbiamo espresso gli auguri e dato la disponibilità di una minoranza non oppositiva a priori ma costruttiva, attenta, vigile e di certo non silenziosa.
Alcuni “si cambia” però ci hanno lasciato davvero sorpresi.
Di certo si è cambiato sui saluti iniziali del Sindaco che ha ringraziato solo chi l'ha votata e non ha avuto un pensiero per tutti i cittadini di Bassano, anche quelli che non l’hanno votata ed anche quelli che a votare non ci sono andati.
Di certo si è cambiato sulle deleghe agli assessori dimenticandosi di Opera Estate ed infanzia ad esempio e anche sopprimendo l’Assessorato alla Cultura e dividendo i referati Turismo/Cultura, binomio che tanta positività ha generato negli ultimi anni e all’apparenza non come frutto di strategie ma di spartizione di deleghe.
Infine di certo si è cambiato sulla compattezza della coalizione di maggioranza con un’astensione sul voto per il presidente del consiglio.
Cosa che invece non è cambiata è il dichiarare una cosa alla stampa (“chiederò alle minoranze di fare un nome per la Presidenza del Consiglio”) e poi non fare seguire alle parole i fatti.
La minoranza compatta ha invece proposto alla presidenza Riccardo Poletto che appare essere la persona più idonea a svolgere questo incarico.

I consiglieri comunali
Angelo Vernillo, Riccardo Poletto, Anna Taras, Roberto Campagnolo, Giovanni Cunico, Chiara Campana, Paola Bertoncello, Oscar Mazzocchin.