Pubblicità

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 15-06-2018 13:06
in Attualità | Visto 2.072 volte

E luce fu

Quando si dice prendersi in anticipo: incontro di sindaco e vicesindaco in Soprintendenza a Verona sui temi della pavimentazione e dell'illuminazione del Ponte

E luce fu

Il sindaco Poletto con alcuni partecipanti all'incontro di Verona

Quando si dice prendersi in anticipo. Il restauro del Ponte di Bassano in questo momento è ancora un rebus, di cui si spera si intravveda quanto prima la soluzione, ma intanto l'Amministrazione di Bassano pensa già al pavimento e all'illuminazione. E cioè agli ultimi due interventi da eseguire una volta che tutto il resto è stato fatto.
È stato infatti questo l'obiettivo della missione di ieri mattina a Verona del sindaco Riccardo Poletto e del vicesindaco e assessore alla Cura urbana Roberto Campagnolo. Destinazione della trasferta: la Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio dove i due amministratori hanno incontrato il soprintendente Fabrizio Magani, la presidente della Federazione Regionale dell’Ordine degli Architetti del Veneto Anna Buzzacchi, la presidente dell’Ordine degli Architetti della Provincia di Vicenza Manuela Pelloso e una rappresentanza del direttivo di Vicenza, e il referente dell’Ordine vicentino a Bassano Matteo Campana.
“All’ordine del giorno - spiega un comunicato trasmesso in redazione dall'ufficio stampa del Comune di Bassano - vi era la proposta di collaborazione, già espressa nei mesi scorsi da parte degli architetti vicentini e auspicata dalla Soprintendenza, per quanto riguarda la scelta della pavimentazione e dell’illuminazione del Ponte degli Alpini.”
“È stato un incontro molto proficuo e interessante - dichiara il sindaco Riccardo Poletto - durante il quale abbiamo ragionato insieme sulla possibilità di costituire una commissione consultiva, della quale faranno parte, assieme ai tecnici comunali, rappresentanti dell’Ordine degli Architetti. Obiettivo è quello di individuare, all’interno di quanto previsto dal progetto, le migliori soluzioni estetiche relative alla pavimentazione e di valorizzazione del monumento dal punto di vista illuminotecnico.”
“Un confronto su questi temi è previsto all’interno dello stesso progetto e già nei mesi scorsi ci sono stati incontri a Vicenza con i rappresentanti provinciali dell’Ordine per analizzare questi aspetti del restauro - aggiunge l’assessore Roberto Campagnolo -. Questa mattina abbiamo ampliato l’orizzonte del confronto ai vertici regionali degli architetti alla presenza del soprintendente e ne è emersa una grande sintonia. La loro offerta di collaborazione è molto significativa e porterà importanti risultati.”
Della serie: tutti insieme luminosamente. Se poi il pavimento prescelto e adeguatamente illuminato sarà posato sopra una trave reticolare ancorata alle spalle oppure no, è questione al momento secondaria.

Pubblicità

MostraOpera Estate

Ultimora

Più visti