Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 08-02-2019 16:01
in Scuola | Visto 378 volte
 

Socialmente utile

All'istituto “New Cambridge” di Romano d'Ezzelino mattinata di riflessione per 200 studenti sui temi delle devianze social e cyberbullismo. Docente d'eccezione: il comandante della Compagnia Carabinieri di Bassano cap. Adriano Fabio Castellari

<em>Social</em>mente utile

Pericoli nella rete: il cap. Castellari con gli studenti del 'New Cambridge'

Internet, social, chat e derivati: istruzioni per l'uso. In occasione della giornata nazionale contro il bullismo e il cyberbullismo, il comandante della Compagnia dei Carabinieri di Bassano del Grappa cap. Adriano Fabio Castellari ha incontrato per alcuni momenti di riflessione circa 200 studenti delle classi prime, seconde, terze e quarte dell’Istituto “New Cambridge” di Romano d’Ezzelino.
L’incontro, impostato dalle 9 alle 10.35 per le prime e seconde e dalle 11.00 alle 12.35 per le terze e quarte, ha preso il titolo “La socialità al tempo dei social”.
Punto cardine del dialogo e contraddittorio con gli studenti è stato il riflesso delle condotte dei ragazzi, con particolare riferimento ai profili dell’utilizzo della rete e dei social network, nella società moderna e le eventuali implicazioni di natura penale.
Gli incontri sono stati appositamente calibrati sulle età degli studenti, coinvolti su tematiche di ampio respiro: bullismo e cyberbullismo, rispetto delle regole della società civile, stupefacenti, responsabilità penale secondo le varie età.
Il momento di riflessione è stato inteso come un'occasione informativa ma soprattutto formativa per l'acquisizione di una sempre maggior consapevolezza del proprio ruolo nel mondo e nel saper trarre il massimo da ogni opportunità, nel rispetto degli altri e con l’uso corretto dei nuovi strumenti telematici, dalla netiquette fino alla gestione dei propri dati sensibili. L’incontro è stato fortemente voluto dalla preside della scuola, dr.ssa Maria Brigida La Rocca, che l’ha inserito in un contesto di formazione continua degli studenti anche in tema di educazione civica e rispetto delle regole.
La preside ha auspicato un miglior sfruttamento delle piattaforme telematiche ai fini dell’aumento di coscienza e conoscenza, nonché una consultazione, almeno a titolo di formazione personale, del Codice Penale. Da parte dell'Arma dei Carabinieri, un'ulteriore conferma della disponibilità al contatto diretto con la cittadinanza e della vicinanza alla popolazione e al territorio sui temi sensibili della promozione dei comportamenti legittimi e della prevenzione dei reati.