Pubblicità

Pubblicato il 23-03-2014 10:38
in Ambiente | Visto 2.880 volte

Piccoli frutti

Dopo l'apicoltura, al via, a Marostica, un nuovo progetto riguardante il potenziamento sul territorio delle attività del settore agricolo

Piccoli frutti

La Città di Marostica, dopo il progetto legato all’apicoltura che sta già dando ottimi risultati in quanto a interesse e partecipazione, propone una seconda iniziativa riguardante il potenziamento delle attività del settore agricolo: il progetto è titolato “Piccoli Frutti”.
Il gruppo di coltivazione dei Piccoli Frutti (lamponi, more, ribes, mirtilli) nasce da un progetto del Consigliere delegato alle politiche agricole Maria Rita Frison con l’intento di perseguire nel territorio della ciliegia questi obiettivi: dare inizio ad alcune attività agricole in un periodo economico particolarmente difficile e complesso che richiedano limitati investimenti iniziali e che possano essere interessanti anche come integrazioni del reddito familiare; valorizzare il territorio nelle tipicità, nel turismo rurale e di prossimità; incentivare la presenza di diverse generazioni nel territorio con logiche di manutenzione e preservazione dello stesso da danni idrogeologici.
Il gruppo, attualmente è formato da una quindicina di persone. Sono già stati avviati dei contatti con aziende specializzate nel settore allo scopo di poter prevedere progetti “chiavi in mano” in cui siano previsti tanto l’assistenza tecnica per l’installazione delle piante da frutto, che l’acquisto dei materiali necessari alla coltivazione, fino ad arrivare alla commercializzazione del prodotto. L'iniziativa è aperta a chiunque sia interessato, agricoltore o privato (l’attività di coltivazione è possibile anche come secondo lavoro o semplice integrazione di un reddito già esistente).
Per informazioni è sufficiente inviare una mail con i propri recapiti all’indirizzo agricoltura@comune.marostica.vi.it.

Pubblicità

Opera EstateMostra

Più visti