Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

RedazioneRedazione
Bassanonet.it

Illustri

I Remondini

La più grande dinastia di stampatori-imprenditori

Pubblicato il 11-03-2008
Visto 6.959 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

L'attività  tipografica di Bassano è legata al nome dei Remondini. Giovanni Antonio Remondini (Padova 1634-1711) fondò la tipografia, che riuscì col tempo ad accentrare gran parte della produzione letteraria popolare, cui aggiunse quella iconografica. Nel '700 possedeva 18 macchine tipografiche, 24 torchi per la stampa in rame e 2 per le carte a fiori, 4 cartiere e una fonderia di caratteri. La sua produzione, detta "i santi dei Remondini", era diffusa in tutta Europa, compresa la Russia, e in America con didascalie in latino e italiano, francese, spagnolo, tedesco, slavo, greco, russo e così via a seconda dei vari paesi in cui veniva diffusa. Divenne tanto popolare da destare i timori dei due principali centri di produzione dello stesso genere, Augusta e Parigi, al punto che l'Accademia delle Arti Liberali di Augusta querelò i Remondini per plagio, ma con scarsi risultati.
Verso la metà  del '700, cioè nel periodo di massimo splendore, la ditta aveva alle sue dipendenze più di 1.000 "tesini" (ambulanti di Castel Tesino) che vendevano le sue immagini sacre, cavalleresche, le "quattro stagioni", le "sette meraviglie del mondo", le carte da gioco, i soldatini da ritagliare e incollare, i ritratti, le ventole, i calendari... Produceva pure la carta da parati a colori detta carta di Varese. I Remondini utilizzarono via via i più moderni ritrovati della tecnica della stampa: nell'800 adoperarono la litografia, diffusero stampe dipinte a mano, usarono la policromia per impressione, la colorazione a spugna. La tipografia venne chiusa nel 1861. La raccolta Remondini, donata al Museo Civico, comprende 8.522 incisioni "nobili" e 20.000 stampe, fra cui incisioni rarissime o uniche come la "Fontana d'amore", che illustrano tutta la storia dell'incisione da Maso Finiguerra al secolo XIX.

Le case Remondini in Piazza Libertà 

Più visti

1

Attualità

25-02-2024

The Sound of Silence

Visto 9.989 volte

2

Attualità

25-02-2024

Robe di Tappa

Visto 9.916 volte

3

Attualità

24-02-2024

Un anno di Fulvio

Visto 9.839 volte

4

Attualità

23-02-2024

Facciamo sul Serio

Visto 9.814 volte

5

Cronaca

26-02-2024

Centro Schei

Visto 9.770 volte

6

Politica

24-02-2024

I Vernillez

Visto 9.678 volte

7

Attualità

26-02-2024

Eau de Toilette

Visto 9.454 volte

8

Politica

23-02-2024

Lista cinica

Visto 9.361 volte

9

Attualità

26-02-2024

DG La7

Visto 9.186 volte

10

Attualità

26-02-2024

Sotto il segno dei Gemelli

Visto 9.046 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 20.678 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.618 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.865 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.672 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.514 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.406 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.345 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 11.116 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.911 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.850 volte