Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 05-07-2016 11:38
in Attualità | Visto 3.152 volte
 

Messaggi alla cieca

“Saldi mai visti” con la foto di Andrea Bocelli. La nuova trovata del negozio TCB in via Vittorelli a Bassano lascia a bocca aperta. Ma intanto il post con l'immagine dell'avviso sulla vetrina diventa virale sui social

Messaggi alla cieca

Fonte immagine: Facebook

I miei informatori dal mondo dei social, e di Facebook in particolare, mi hanno segnalato una cosa. E cioè l’“ultima” di Alessandro Villari, noto commerciante e Dj di Bassano del Grappa che gestisce un negozio di abbigliamento per giovani in via Vittorelli in città, e già finito in passato agli onori dell’attualità per qualche sua iniziativa - per così dire - controcorrente.
E dj Villari, alias Bad Boy, non si smentisce neanche questa volta.
Con l’apertura della stagione dei saldi, infatti, sulla vetrina del suo negozio TCB campeggia un enorme avviso con la scritta “Saldi mai visti” e con una foto di Andrea Bocelli. Il celeberrimo tenore cieco, che tra l’altro si esibirà in concerto a Marostica il prossimo 14 settembre, viene così associato a una comunicazione commerciale che fa chiaramente riferimento al suo handicap visivo. Comunque la si pensi, un messaggio che lascia a bocca aperta.
Il bello è che la trovata del titolare del negozio, forte di un grande seguito sui social, è diventata immediatamente virale sui social medesimi.
A condividere l’immagine è stata persino “La fabbrica del Degrado”, pagina Fb con oltre un milione di “mi piace”. Dove i numerosi commenti al post (che può vantare oltre 24mila “mi piace” al momento in cui scriviamo”) sono in gran parte in linea con lo “spirito” del messaggio postato.
Qualche esempio: “Non mi sembra corretta come pubblicità. Farò subito uno screen e lo invierò a Bocelli così potrà vederlo di persona”; “All'interno “occhio al prezzo” con la foto di Ray Charles”; “Gli operatori dichiarano: Ce la siamo vista brutta finora, ma adesso coi saldi rivediamo la luce!” oppure “Per la pubblicità della crema abbronzante chiamano Balotelli.....” e altre simili amenità.
Assai meno favorevoli in generale, invece, i commenti postati sulla pagina Facebook del negozio TCB, con espressioni che variano dal “Vergognatevi” e “Che amarezza” (usiamo quelle maggiormente pubblicabili) fino a “Viltà a livelli estremi” per il fatto “che per far ridere la gente dovete prendere in giro persone con patologie gravi...”.
Come reagirà il diretto interessato, ovvero Andrea Bocelli?
Impossibile che il cantante non vedente di fama mondiale non venga prima o poi a conoscenza del fatto, ormai condiviso da migliaia di persone sul grande calderone tritatutto della Rete.
Può anche darsi che al riguardo il celebrato artista si faccia una bella risata, visto che - come mi dicono sempre i miei informatori dal pianeta Facebook - scherzi e battute sulla sua persona sui social si sprecano.
In caso contrario, invece, ci sarebbe poco da ridere e riguardo al messaggio commerciale potrebbero anche esserci degli strascichi mai visti.