Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 05-07-2015 15:49
in Cronaca | Visto 5.255 volte

“Coste” se ne è andato

Riccardo Costenaro, volto noto di Bassano e attivissimo segretario del Veloce Club, è morto la scorsa notte a 46 anni, sconfitto dalla malattia. Grande cordoglio in città e testimonianze di affetto sulla sua pagina facebook

“Coste” se ne è andato

Riccardo Costenaro in un momento felice (da facebook)

Il suo volto era tra quelli più noti in centro a Bassano, conosciuto da tutti a prescindere. Riccardo Costenaro, commerciante e appassionato di ciclismo, è morto la scorsa notte a soli 46 anni, sconfitto dalla malattia che lo aveva colpito da qualche mese.
Cordiale e sempre sorridente con chiunque, Costenaro era una figura di riferimento soprattutto per il Veloce Club Bassano, di cui è stato per otto anni l'attivissimo segretario, prima a fianco del presidente della “rinascita” del sodalizio ciclistico Felics Zanata e quindi dei presidenti Massimo Fantin e Michele Cavalera, impegnandosi particolarmente a sostegno del settore giovanile della gloriosa società sportiva bassanese.
La notizia della sua prematura scomparsa si è diffusa subito in città e sulla sua pagina facebook continuano ad essere postati messaggi e testimonianze di cordoglio e di affetto. Solo qualche esempio: “Ciao Coste, sono sicuro che resterai nel cuore di tutti sei sempre stato una persona fantastica”, “Ciao Coste… con te se ne va un pezzo di giovinezza… e un gran sorriso ! Mancherai a tutti… r.i.p”, “Ciao Riky .... R.I.P. Ricorderó per sempre le tue risate”.
Riccardo lavorava come responsabile amministrativo al negozio di musica e dischi Pick Up in centro a Bassano. Ma più volte lo si era visto anche dietro al bancone della rivendita di giornali e tabacchi di famiglia, all'ingresso di Angarano del Ponte degli Alpini. Da circa nove mesi, a seguito della malattia, era sottoposto alle cure dell'ospedale dove, nelle ultime ore di ieri, le sue condizioni si sono improvvisamente aggravate. Riccardo Costenaro, che di recente aveva perso entrambi i genitori, lascia la sorella Mariangela.
In segno di lutto, questa mattina alla partenza della Granfondo Astorica di Bassano è stato osservato un minuto di silenzio.

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

Più visti