Pubblicato il 16-05-2011 19:39
in Tennis | Visto 2.858 volte

Paolo Lorenzi "bandiera" di Bassano al Foro Italico

Il senese, giocatore di serie A1 della Società tennis Bassano, mette i brividi a Rafa Nadal

Paolo Lorenzi

Paolo Lorenzi

Tanto si è scritto e detto in questi giorni su Paolo Lorenzi. L’esperienza agli Internazionali di Roma ha riacceso i riflettori sul trentenne senese che ha saputo domare in due set il semifinalista di Madrid, Thomaz Bellucci, con il mancino brasiliano grande favorito e con il toscano che ha saputo sbarrargli la strada, conquistando la passerella sul Centrale contro niente meno che Rafa Nadal.

I maggiori quotidiani nazionali l’hanno dipinto come un "lodevole esempio di tennista studente”, hanno raccontato degli studi di medicina, del tifo per la Fiorentina e per la contrada del Nicchio e di tante altre curiosità di un tennista che, non più giovanissimo, ha saputo mettere paura al numero uno del mondo, andando peraltro vicino a una vittoria che sarebbe stata storica. Un colpo sbagliato sulla rete a metà del secondo set ha di fatto invertito la rotta di un match che il toscano stava portando in porto, con il Centrale dalla sua parte a rinoscerne meriti e qualità.

Quasi nessuno però ha accennato al suo attaccamento alla città di Bassano. Da otto anni Paolo indossa la maglia giallorossa della squadra di serie A1 della Società tennis Bassano ed è il giocatore più longevo in termini di appartenenza al sodalizio di via Col Fagheron. Un amico, ancor prima di un’atleta, che nell’ultimo decennio ha contribuito in maniera determinante a regalare alla StB un posto tra le prime quattro squadre d’Italia. Qui Paolo Lorenzi è di casa e a suo tempo la scomessa su di lui l’ha fatta Roberto Rossi, attuale responsabile della squadra di serie A1. La scelta nasconde grandi capacità di talent scout e nel tempo l'ex presidente della StB ha dimostrato di saper scommetere spesso e volentieri sui cavalli giusti. Uno di questi è proprio il Lorenzi nazionale che una settimana fa ha avuto due ore di gloria indiscussa e meritatissima contro il fenomeno Nadal, un giusto tributo per una carriera che ha saputo unire talento e impegno, da uomo vero.

    Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 - Candidati Bassanesi a confronto

    Libertà è Parola - Speciale #RegionaliVeneto2020 Candidati Bassanesi a confronto #conosciltuovoto Il progetto Libertà è Parola nasce con una...

    Più visti