Pubblicato il 19-11-2015 21:59
in Rugby | Visto 1.382 volte

A Mantova con un conto in sospeso

In terra lombarda il Rugby Bassano 1976 ha l’occasione per allungare sui diretti inseguitori. Giallorossi con un sassolino nella scarpa in cerca del riscatto, ma serve disciplina. Minirugby al De Danieli

 A Mantova con un conto in sospeso

Foto di Viero Giachetti

Al Migliaretto di Mantova l’appuntamento è di quelli davvero da non perdere. Alle 14.30 fischio d’inizio per un match il cui risultato potrebbe delineare le sorti del girone di ritorno. A scendere in campo i padroni di casa, con il fiato sul collo dei giallorossi e bramosi di riprendersi la vetta della classifica. Il XV di coach Ghelfi ha dalla sua, oltre ovviamente a giocare in casa, l’essere l’unica squadra ad aver messo i bastoni tra le ruote della compagine di Cà Baroncello e con una rimonta sul finale di secondo tempo che, forse, è stato un vero scossone per Zalunardo e compagni. I virgiliani hanno un reparto degli avanti davvero di livello, sostenuti dalla presenza di Rizzelli che vanta un curriculum di spessore ed esperienza. Se ad inizio stagione peccavano sulla continuità con cali fisici evidenti e con degli automatismi da rodare visto il gruppo in gran parte nuovo, c’ è da dire che alla sesta giornata saranno stati presi i giusti accorgimenti. Fa riflettere il 14 a 7 della scorsa settimana in casa del Selvazzano, ma ogni match ha la sua storia e i calcoli a tavolino lasciano il tempo che trovano. Certo è che l’aver sfiorato di un soffio la promozione lo scorso anno per i biancorossi rappresenta un monito a non commettere gli stessi errori. E nell’anniversario dei quarant’anni di fondazione, la voglia di raggiungere l’obiettivo è davvero tanta.
Il Rugby Bassano invece ha un conto in sospeso, una sconfitta all’andata che, oltre a rappresentare un passo falso che interferisce su un crescendo di risultati, è stato un autentico schiaffo: l’aver preso le distanze dagli avversari per poi vedere sfumare tutto da sotto il naso in pochi minuti. E per colpa principalmente della disciplina, da veri pivelli. I giallorossi dovranno dar prova dunque di una maturità, ottimi segnali già ci sono, ma nel match di domenica il vero test. In palio punti importanti e la conseguente pressione non deve essere di intralcio, bensì il motore trainante per scendere in campo e dettare il proprio ritmo di gioco fin da subito, come fatto nelle scorse settimane. Importante sarà il sostegno dei tifosi, numerosi e calorosi a Schio, sono chiamati a sostenere il quindici cittadino anche fuori regione… una “faticaccia” che la ciurma giallorossa saprà di certo ripagare.
Osserveranno un turno di riposo l’ under 14 e anche l’under 18, quest’ultima per il ritiro del Rovigo. Trasferta a Villadose per l’under 16 e sempre nella mattinata dalle ore 10 concentramento di minirugby al campo “De Danieli” con la partecipazione del Vicenza e dei Leoni del Nordest.

    LIBERTA' E' PAROLA #LIVE - INTERVISTA A LORIS GIURIATTI SUL SUO LIBRO "L'ANGELO DEL GRAPPA"

    Ricominciano le nostre dirette e con un ospite capace di farci emozionare con la sua passione e le sue parole. Stiamo parlando del nostro amico...

    Più visti