Vincenzo Pittureri
bassanonet.it
Pubblicato il 24-10-2013 09:23
in Basket | Visto 1.843 volte
 

Basket boom, Bassano sorride di gusto

Prima il tutto esaurito del PalAngarano contro Gorizia, poi la vittoriona in casa della corazzata Oderzo per 74-62. E' magic moment per il canestro giallorosso

La botta di vita del PalAngarano in soldout alla prima interna del Bassano una decina di giorni fa con 700 anime a gremire le tribune è il premio al lavoro creativo e certosino di marketing del club, un'operazione simpatia e di fidelizzazione adesso corroborata anche dall'indispensabile volano dei risultati. Con due vittorie nelle prime uscite nella serie C Nazionale, l'ultima delle quali è stata uno straordinario raid fuori programma nella tana del carrarmato Oderzo, piegato 74-62, i cinque di coach Campagnolo hanno inspessito prima che le ambizioni, certamente la credibilità del progetto, termine fin troppo abusato e spesso a sproposito nello sport d'oggidì, ma che tuttavia ben si attaglia alla programmazione del club. I settecento supporter nel match vinto 65-55 con Gorizia sono state un'apertura di credito che la gente ha voluto accordare al nuovo corso della società, una fiducia a scatola chiusa ripagata però dalla robusta prestazione di domenica scorsa a Oderzo, dove la prova è stata esaltante su entrambi i lati del campo e non solo in difesa come con gli isontini sette giorni prima a domicilio. Ora il test-match coi romagnoli di San Marino domenica alle 18 in Destra Brenta, in una sfida tra parigrado a quota 4 (comanda a punteggio pieno solo Mestre a 6 punti) accende il clima del duello, nonostante Bassano debba fare i conti con l'annoso forfait dei due play titolari Mirko Camazzola e Davide Pietrobon, un'assenza destinata a prolungarsi almeno sino a novembre inoltrato.
IMPECCABILI: Ma nella Marca con Tosetto ad oscurare il baubau Basei, un 2.06 appena sceso dalla Legadue e Crosato a ruggire dentro e fuori dal pitturato, Bassano ispirato in regia e al tiro dal miglior Bordignon dell'ultimo biennio ha riassorbito lo strappo iniziale dei trevigiani (10-3 al pronti via e 16-15 alla prima sirena), rovesciando l'inerzia della serata con un break impressionante di 0-17 che sul 16-32 ha indirizzato la contesa, lasciando che D'Incà e i suoi amici controllassero il ritorno di fiamma rivale (arrampicatisi sino al -3) per poi ricacciarli sotto di 12.
INIZIATIVE: E se gli abbonamenti a 25 euro (con annessi sconti in diversi negozi ed esercizi del territorio) e i singoli biglietti a 3 euro favoriscono l'afflusso, tutto fa spettacolo, anche l'intervallo delle gare coi possessori dell'abbonamento che hanno l'opportunità di cimentarsi in un tiro da fondo campo. Due tentativi a disposizione, se fanno canestro incassano 500 euro. Frequentare il PalAngarano è molto più di una scommessa.