Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 12-12-2011 12:23
in Attualità | Visto 3.279 volte
 

Caos Generale

In un video su youtube, un nostro utente documenta il traffico in tilt di giovedì 8 dicembre all'altezza della costruenda rotatoria al Generale Giardino. Ma è davvero colpa - o solamente colpa - della rotatoria?

Caos Generale

La costruenda rotatoria di PIazzale Generale Giardino a Bassano

Giovedì 8 dicembre, festa dell'Immacolata, tardo pomeriggio. E' la fascia oraria di punta della grande invasione di auto che, approfittando della giornata festiva, stanno confluendo a Bassano del Grappa in direzione del centro storico.
Il nostro utente “ruggero”, alias Ruggero Todesco, prende la videocamera, sale in bicicletta e in veste di “bici-reporter “ documenta la caotica situazione del traffico in corrispondenza della costruenda rotatoria di piazzale Generale Giardino all'ingresso nord della città e la lunga coda di auto imbottigliate nel “tappo” di via Brigata Basilicata.
Sono immagini molto eloquenti: la fila ininterrotta di autovetture arriva infatti fino quasi alla curva in corrispondenza della chiesa di S.Vito.
La maggior parte degli automobilisti attende, a passo d'uomo, di avanzare verso Viale delle Fosse. Ma c'è anche chi, spazientito, esce dalla coda per invertire la marcia e tornare verso nord.
Il “piano sequenza” dell'ardito bici-cameraman si conclude con le altrettanto esplicite immagini del blocco totale delle auto in salita Santa Caterina.
Il nostro utente - a cui va il plauso per l'abilità di cittadino-reporter, ma anche di ciclista in mezzo al traffico - ha già segnalato il suo video su Bassanonet, pubblicandone il link sul primo post della discussione del forum “Le rotonde non possono risolvere il problema...” da lui stesso attivata.
Ma riprendiamo e rilanciamo l'argomento anche nel nostro canale attualità, perché quanto riportato nel video accende la luce su alcuni problemi di fondo che vanno discussi e affrontati.
Nel corso del filmato, corredato di didascalie, “ruggero” sostiene infatti che “la responsabilità di questo casino non è dell'assessore Bernardi ma è piuttosto di quelli incolonnati con le loro automobili”.
Infatti, rileva ancora l'utente-reporter, “nessuno li ha costretti a manganellate a salire in macchina per andare tutti alla stessa ora nello stesso posto. Sapevano benissimo in che guaio si andavano a cacciare”. “Per risolvere il problema del traffico - afferma l'autore del video - basta semplicemente ridurre le automobili. Ci sono varie strategie. E' possibile!”.
Su una cosa possiamo essere d'accordo: l'ingolfamento del traffico avviene proprio in corrispondenza delle direttrici viarie che confluiscono nella rotatoria del Generale Giardino. Ma è davvero colpa - o solamente colpa - della rotatoria?
Il filmato è stato girato nell'ora di punta di un giorno di festa. Considerando la serie di semafori lungo Viale delle Fosse, via Remondini e Salita Brocchi, il traffico in tilt - rotonda o non rotonda - ci sarebbe stato comunque, come è sempre accaduto nei fine settimana precedenti a Natale.
A prima vista - con l'occhio non dell'addetto ai lavori, ma del comune automobilista - la nuova rotatoria non sembra il massimo della fruibilità: è troppo piccola (del resto lo spazio è quello che è) e soprattutto per chi esce da salita Santa Caterina la manovra di ingresso nel viale non risulta pienamente agevolata.
Ma è anche vero che si tratta di una situazione provvisoria: l'assetto definitivo della viabilità nel piazzale risulterà dai problemi che emergeranno in questa fase di prova e un'opinione globale e motivata sulla nuova rotonda potrà essere plausibile solo con l'apertura del doppio senso di via Santa Caterina.
Attendiamo dunque, prima di dare una più compiuta valutazione, l'opera completa: come nel caso di “Cose dell'altro mondo” il giudizio va fatto sul film, e non sul trailer.
In quanto all'osservazione di “ruggero” sulla necessità di ridurre le automobili, questo è un altro paio di maniche. Che spalanca lo scenario sul concetto di “mobilità sostenibile”, che a sua volta dipende da diversi fattori di politica dei trasporti: come l'incentivazione dell'uso dei trasporti pubblici e e dell'opzione ferroviaria.
Ma i trasporti pubblici - invece di essere incentivati - stanno subendo oggi dei drastici tagli, i parcheggi scambiatori all'esterno della città non esistono, le ferrovie sappiamo come funzionano e l'estensione fino a Bassano del Sistema Ferroviario Metropolitano Regionale sarà vista, forse, dai nostri nipoti.
Per cui rilancio la palla e chiedo, amichevolmente, a “ruggero”: se io abito - poniamo il caso - a Pove o a Solagna e nel giorno della festa voglio visitare il Mercatino di Natale, magari facendo acquisti corredandomi di pacchi e pacchetti, con che mezzo arrivo a Bassano e soprattutto ritorno a casa?

A supporto degli argomenti di cui sopra, anche in questa sede inoltriamo il link del filmato su youtube:

www.youtube.com/watch?v=SheSGM6RNe8&feature=youtu.be

Buona visione.