Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 09-10-2010 14:36
in Attualità | Visto 4.973 volte
 

Due sindaci e una piscina

Inaugurata ufficialmente la piscina comunale di Bassano “Aquapolis”. E l'attuale Amministrazione ringrazia quella precedente

Due sindaci e una piscina

L'ex sindaco di Bassano Gianpaolo Bizzotto, il presidente di Carron S.p.A. Diego Carron e il sindaco Stefano Cimatti all'inaugurazione della piscina comunale "Aquapolis" (foto Alessandro Tich)

La foto sembra quella di un colloquio di pace, con le due parti contendenti agli estremi e in mezzo a loro il mediatore internazionale.
Il sindaco Stefano Cimatti e il suo predecessore Gianpaolo Bizzotto - con Cimatti, per la verità, un po' più titubante - accettano di farsi immortalare dal nostro obiettivo, opportunamente divisi dal presidente della Carron S.p.A. Diego Carron, per l'inaugurazione ufficiale di Aquapolis: la piscina comunale di Bassano del Grappa, gestita dalla società Aquapolis, che dopo l'apertura al pubblico dello scorso 1 settembre questa mattina, dopo oltre un mese di attività, ha avuto il suo taglio del nastro.
Non si tratta, tuttavia, di un'immagine forzata. I due amministratori, nell'occasione, hanno infatti sotterrato, temporaneamente, l'ascia di guerra. Merito soprattutto di Cimatti, che nel suo intervento di saluto ha riconosciuto i meriti dell'Amministrazione che lo ha preceduto.
“Inauguriamo oggi - ha detto Cimatti - la prima piscina comunale di Bassano, inventata dalla passata Amministrazione, che ringrazio di questa iniziativa.”
L'attuale sindaco ha quindi reso i meriti alla veloce realizzazione e alla gestione dell'impianto “portata avanti da persone estremamente serie, preparate e competenti”.
Gli ha fatto eco l'assessore comunale allo sport Alessandro Fabris, che di prima mattina era già stato in vasca con il figlioletto tornando sul posto, per l'appuntamento ufficiale, in giacca e cravatta.
“Mi associo al sindaco Cimatti - ha affermato Fabris - nel ringraziare la precedente Amministrazione che ha promosso la realizzazione di questo impianto.”
“Non è vero, come ha detto qualcuno - ha proseguito l'assessore allo sport - che non volevamo inaugurare la piscina. L'inaugurazione volevamo farla, è giusto farla. Ma il nostro obiettivo prioritario, prima di tagliare il nastro, è stato quello di garantire l'apertura dell'impianto per la data prefissata e annunciata, e cioè l'1 settembre. Lo sforzo comune di Aquapolis e dell'Amministrazione comunale è stato quello di tener fede a questo impegno.”
“Dopo un mese - ha concluso Fabris - l'impianto è rodato e funziona bene. Tanti bassanesi sono venuti in piscina e io vi dico: andate a provarla. E' una piscina particolare e diversa dalle altre.”
“Siamo orgogliosi, come famiglia e come Aquapolis - ha aggiunto Diego Carron, presidente di Carron S.p.A., al cui gruppo Aquapolis appartiene - per questo progetto per il quale ringraziamo i sindaci Bizzotto e Cimatti. Per me e per le mie sorelle Arianna, Paola, Marta e Barbara la realizzazione dell'impianto ha rappresentato una sfida per ricordare nostro padre Angelo, che negli anni '70 realizzò a Bassano la piscina Agnolin-Basso.”
“Per questo - ha dichiarato Carron - ci troviamo qua. Di quella prima piscina noi, come figli, ne eravamo fieri. Ma ora, con questo nuovo impianto, era giusto pensare ai prossimi 20-30 anni.”
E' seguito il taglio del nastro e un veloce giro degli ospiti e delle autorità locali a bordo vasca e nel locale della palestra, per confluire poi all'esterno al buffet inaugurale.
E, nella “città dell'acqua”, è stato finalmente stappato il vino.