Pubblicità

Radici FutureRadici Future
Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 08-08-2021 17:00
in Politica | Visto 8.062 volte

Disimpegnata

Divorzio consensuale tra la civica di maggioranza Impegno per Bassano e la sua capogruppo Lucia Fincato. La quale continuerà la sua attività di consigliere comunale “in un'altra collocazione”

Disimpegnata

La consigliera comunale Lucia Fincato (foto Alessandro Tich - archivio Bassanonet)

Adesso ho finalmente capito che cosa significa “Impegno per Bassano”. Significa che se fai il giornalista la civica di maggioranza ti impegna anche alla domenica.
Oggi infatti, in questa soleggiata domenica di agosto nella quale per fortuna non sono ancora andato in vacanza, è giunto in redazione un comunicato stampa di Impegno per Bassano che annuncia una notizia importante: il divorzio politico tra la civica e il suo capogruppo in consiglio comunale Lucia Fincato. Una decisione, come si evince dal testo della nota stampa, che è stata presa di comune accordo e a seguito della quale la Fincato, eletta nel 2019 in consiglio comunale con la lista del vicesindaco Roberto Marin, proseguirà la sua attività di consigliere “in un'altra collocazione”.
A dire il vero, da un paio di settimane la notizia era nell'aria. Come si ricorderà, la “presenza” (e non “partecipazione”) della consigliera Fincato alla manifestazione dello scorso 24 luglio in piazza Libertà contro il decreto legge del governo sui nuovi obblighi del Green Pass non era piaciuta al direttivo della sua lista. Al punto che, nel mio articolo intitolato “Impegno per me stessa”, la diretta interessata aveva dichiarato: “Nei prossimi giorni sarà definita la mia posizione sia con la lista Impegno per Bassano, sia nel consiglio comunale”.
Cosa che è puntualmente avvenuta qualche giorno fa, anche se la notizia è stata resa nota in questa occasione domenicale. Interpellata oggi da Bassanonet, Lucia Fincato tuttavia chiarisce che la decisione non è stata presa come conseguenza di quell'episodio specifico, ma per una “questione di metodo e di visione” che serpeggiava già da tempo, con un diverso modo di intendere la partecipazione alla vita civica e amministrativa tra lei e il resto del suo gruppo. Ma certamente, secondo la mia interpretazione da osservatore della politica cittadina, il caso-Fincato alla manifestazione in piazza è stato il classico Green Pass che ha fatto traboccare il vaso. La ormai ex capogruppo di Impegno per Bassano esprime a Bassanonet la sua volontà di rimanere in consiglio comunale e sottolinea di continuare a condividere il programma amministrativo dell'attuale governo cittadino: “Le linee programmatiche della maggioranza io le confermo e le porto avanti.”
Ribadisce inoltre di non volersi dimettere dall'incarico di presidente della IV Commissione consiliare “Servizi alla persona, Politiche giovanili, Sport e Istruzione” e da componente della I Commissione consiliare “Affari istituzionali”. Continuerà cioè a fare tutto quello che ha fatto fino adesso ma, per l'appunto, “in un'altra collocazione”. Ed è qui che ora si aprono degli scenari ancora indefiniti. Per chi esce da un gruppo consiliare, come nel suo caso, le opzioni alternative sono due: aderire a un altro gruppo già presente in consiglio comunale oppure entrare a far parte del minestrone politico del Gruppo Misto che già include i due consiglieri di minoranza Roberto Campagnolo e Giovanni Cunico.
“Io devo capire dal punto di vista tecnico e di regolamento - mi spiega - qual è la strada percorribile per proseguire la mia attività consiliare e per poterlo fare in modo più schietto, più aperto e più libero. Io non ho tessere di partito e non entro al momento in nessun partito.” Dice anche di “non essere arrabbiata con nessuno”. Come dire: decisione serena e ponderata. Sarà stata anche resa nota oggi, ma evidentemente la notizia del divorzio consensuale tra “Impegno” e il suo capogruppo ha già fatto da qualche giorno il giro del Palazzo, se è vero che - come riferisce la stessa consigliera in cerca di nuova collocazione - nelle ultime ore Lucia Fincato è già stata oggetto dell'immediato “corteggiamento”, per il momento non corrisposto, delle altre liste. Roba che neanche Lukaku col Chelsea.
Si assottiglia così la rappresentanza di Impegno per Bassano in consiglio comunale: oltre a Roberto Marin che fa il vicesindaco in giunta, tra i banchi consiliari resta la sola consigliera e nuovo capogruppo in pectore Marina Bizzotto.
Di seguito il comunicato stampa trasmesso in redazione dal direttivo della civica e sottoscritto anche dalla Fincato. Per la Domenica di Bassanonet è tutto, a voi la linea.

COMUNICATO

A seguito di un confronto franco e sincero all’interno di Impegno Per Bassano, è stato deciso di comune accordo che l’attività e il percorso politico della consigliera comunale Lucia Fincato si concluda all’interno della Lista Civica. La stima reciproca continuerà a caratterizzarne i rapporti, così come il rispetto per differenti idee e modi di interpretare l’azione politica.
La consigliera Fincato continuerà il suo ruolo in un’altra collocazione, mantenendo la propria attenzione verso i quartieri e l’ambiente e con la promozione del mondo del sociale e dei progetti di crescita e miglioramento della città. Impegno per Bassano proseguirà la propria attività sia all’interno del consiglio comunale, dove amministrano il vicesindaco Roberto Marin e la consigliera, ora capogruppo, Marina Bizzotto, sia in ambito cittadino, rispettando il mandato ricevuto dagli elettori e la Carta dei Valori, che da sempre determina l’operato della Lista Civica.

Il Direttivo di Impegno per Bassano e la consigliera Lucia Fincato

Pubblicità

MostraOpera EstateCelebrazioni Ponte

Più visti