Pubblicato il 29-04-2021 16:53
in Attualità | Visto 6.523 volte

A&Covid

A Marostica inaugurata una nuova sede vaccinale realizzata all’interno dell'ex supermercato A&O. Allestite in tempi record quattro linee di vaccinazione con 130 posti a sedere

A&Covid

Un momento dell'inaugurazione. Da sin.: il presidente di Pro Marostica Simone Bucco, il sindaco Matteo Mozzo, l'assessore regionale Manuela Lanzarin, il vicesindaco Valentino Scomazzon e il cav. Marcello Cestaro (Unicomm)

Munirsi di biglietto prego. In fondo a destra, vicino alla candeggina, procedere con la sanificazione delle mani. Nel reparto cartoleria disponibili i moduli da compilare. Si prega di attendere il proprio turno tra passiflora ed erba luisa, area tisane. Pfizer disponibile un tanto all’etto, Moderna finito ma AstraZeneca in offerta, se le fa piacere possiamo proporle un nuovo arrivo, Johnson &Johnson.
Il supermercato si trasforma e, non mancando di attenzione verso i settori in crescita, diventa centro Covid. Quando si dice versatilità.
Comune, Ulss, privati e volontari, una grande squadra con un unico obiettivo: la realizzazione di un nuovo punto strategico per il piano di vaccinazione del comprensorio con sede a Marostica.
La pratica dell’area commerciale dell’ex punto vendita A&O di via 4 Novembre, di proprietà della famiglia Cestaro della società Unicomm, collocata all’interno di una perequazione urbanistica, si è ritrovata improvvisamente accelerata, grazie alla collaborazione degli interessati, al fine di trasferire con rapidità la proprietà dell’area stessa e dei suoi immobili al Comune di Marostica.
La posizione, molto vicina al centro storico, nei piani a lungo termine dell’amministrazione comunale dovrà a breve fornire “altri servizi fondamentali ai quali l’amministrazione sta lavorando”. Oggi però l’emergenza sono i vaccini e in sole tre settimane, il Comune in collaborazione con l’Ulss 7 Pedemontana, ha trasformato l’ex-supermercato in un moderno ed accogliente centro per le vaccinazioni.
Quattro linee vaccinali su 1100 metri quadri di superficie, con 130 posti a sedere, serviti da 200 posti auto: questi i numeri del nuovo centro, destinato a diventare un punto strategico per il piano di vaccinazione del comprensorio in sostituzione del più piccolo attivato presso l’ex ospedale di Marostica.
“È stata una corsa contro il tempo che ha visto la collaborazione di tutti, imprese e volontari - commenta soddisfatto il sindaco di Marostica Matteo Mozzo -. Per la realizzazione del centro, dopo l’ok della direzione sanitaria, abbiamo avuto fin da subito il supporto di aziende e fornitori locali, dei volontari di Pro Marostica, dei tecnici e degli operai comunali, che hanno permesso di contenere l’investimento, seppur importante, in 17.000 euro.”
Martedì 27 Aprile scorso, dopo l’inaugurazione alla quale sono intervenuti anche l’assessore regionale alla sanità Manuela Lanzarin e il direttore generale dell’Ulss 7 Pedemontana Carlo Bramezza, il punto vaccinale ha preso immediato avvio.
“L’inaugurazione di questa nuova sede vaccinale - ha sottolineato Bramezza - rappresenta un’ulteriore dimostrazione della grande disponibilità e collaborazione delle amministrazioni comunali nella campagna di vaccinazione, così come della sensibilità del mondo imprenditoriale locale. Nel giro di poche settimane abbiamo costruito da zero una rete di tredici punti di vaccinazione, contando anche quello di Marostica. Questo è un risultato importante che come azienda condividiamo con le amministrazioni comunali, con i medici di medicina generale che stanno effettuando le vaccinazioni e con tutte le aziende e le associazioni di volontariato che ci stanno sostenendo in vari modi.”
Partita, insomma, la campagna vaccinale con raccolta punti: due bolloni assicurato pass verde. Ricchi premi e cotillon.

Più visti