Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 14-11-2019 19:03
in Manifestazioni | Visto 1.277 volte
 

Village People

Domenica 1 dicembre la seconda edizione del “Villaggio Angarano”, organizzata in via Angarano da OTB Foundation. Oltre mille abeti natalizi per fare una donazione e sostenere due progetti per la Pediatria dell'Ospedale San Bassiano

Village People

Foto: Alessandro Tich

Non so per voi, ma per me lo gnomo che troneggia sul manifesto dell'edizione 2019 del “Villaggio Angarano” potrebbe essere benissimo lo zio di Renzo Rosso.
Il simpatico spiritello dei boschi porta i baffi e la barba lunghi e bianchi, ma c'è qualcosa nella conformazione del volto che in qualche modo ricorda Mister Diesel.
Questione di fisiognomica.
Renzo Rosso è il presidente di OTB - Only The Brave Foundation, l'organizzazione non profit del gruppo OTB che supporta progetti di solidarietà sociale nel mondo ma anche, come in questo caso, in riva al Brenta. Domenica 1 dicembre in via Angarano andrà infatti in scena la seconda edizione del “Villaggio Angarano”: la manifestazione solidale grazie alla quale è possibile ritirare un abete natalizio a scopo benefico.
L'evento - che si svolgerà in contemporanea anche a Vicenza - viene presentato in conferenza stampa in municipio da Arianna Alessi, vicepresidente di OTB Foundation, affiancata dal sindaco Pavan, in rappresentanza del Comune che ha dato il patrocinio all'iniziativa, e dal vicepresidente vicario della Confcommercio mandamentale di Bassano del Grappa Elena Scotton. Dopo la prima edizione dell'anno scorso, organizzata in tempi più veloci e con la distribuzione di mille alberi andati letteralmente a ruba, quest'anno il “Villaggio” in destra Brenta si proporrà in un modo ancora più strutturato. Saranno disponibili oltre un migliaio di abeti natalizi, per ritirare i quali basterà fare una libera donazione di solidarietà.
L'anno scorso l'intero ricavato della manifestazione (OTB non ha costi di gestione e ogni euro raccolto viene destinato ai progetti da sostenere) è stato devoluto a sostegno dei boschi dell'Altopiano, e in particolare alla piantumazione di parte del Parco Millepini di Asiago, dopo i gravissimi danni provocati in ottobre dalla tempesta Vaia.
L'edizione 2019 della kermesse, che inizierà alle 8.30 e durerà fino a sera, si svolgerà invece nel segno dei bambini meno fortunati. I fondi raccolti saranno infatti devoluti a sostegno del reparto di Pediatria dell'Ospedale San Bassiano. In particolare, come anticipa Arianna Alessi, il ricavato servirà all'acquisto di uno o due speciali cuscinetti con i quali i neonati con ittero possono stare insieme alla mamma invece di essere destinati alle incubatrici. Ma non solo: la somma che sarà raccolta in via Angarano sarà anche destinata a finanziare la collaborazione in reparto di una psicologa pediatrica specializzata, a supporto dei bambini oncologici e più in generale delle famiglie che necessitino di un sostegno psicologico.
Il “Villaggio Angarano”, nell'occasione, sarà molto child-friendly (ogni tanto, per essere up to date, bisogna parlare come si usa alla Diesel). Sono previste attività per i bambini, un “cinema” per i più piccoli, decorazioni su dischetti di legno realizzate dagli alunni degli asili, Babbi Natale che cantano. E sarà pure anche molto eco-friendly (scusate, ma quando mi partono gli anglicismi non resisto più). Chi si recherà in via Angarano per prendersi non solo il proprio abete natalizio con donazione libera correlata ma anche per portare, allo scopo di disfarsene, il proprio albero di Natale di plastica, riceverà “un regalo”.
E l'attenzione per l'environment non finisce qui. Dopo le Feste si potrà restituire l'abete natalizio, che sarà innestato sempre a cura di OTB Foundation nei boschi dell'Altopiano. Niente Spelacchi, però: fate attenzione che l'albero che vorrete restituire sia rimasto con un numero sindacalmente sufficiente di aghi ancora su.
La manifestazione si avvale anche della fattiva collaborazione della Confcommercio.
Elena Scotton, affiancata a sua volta dal responsabile multitasking dell'associazione di categoria per le attività promozionali Marco Bertollo, informa che un certo numero di abeti natalizi saranno esposti già dai prossimi giorni nei negozi dei commercianti che hanno aderito all'iniziativa solidale. Un modo per partecipare direttamente all'azione benefica collettiva e per promuovere l'evento del 1 dicembre.
Alla conferenza stampa interviene anche il dr. Tommaso Maniscalco, direttore del Dipartimento di Salute Mentale dell'Ulss n. 7 Pedemontana, il quale comunica che alcuni utenti del Dipartimento medesimo collaboreranno all'allestimento degli abeti lungo la via e afferma che si tratta di un “valore aggiunto” per “favorire l'integrazione”.
Questa dunque, leopardianamente parlando, sarà la Domenica del Villaggio.
Un'occasione per essere tutti noi, i Village People, protagonisti di una giornata organizzata a fin di bene, con i nostri gnomi e cognomi.