Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 24-03-2017 20:14
in Attualità | Visto 3.807 volte

Open Days

Arriva l'ok del responsabile alla sicurezza del cantiere: domani e domenica, dalle 8 alle 20, Ponte degli Alpini riaperto provvisoriamente al transito pedonale. Sempre domani sopralluogo in cantiere di un dirigente del MiBACT

Open Days

Foto Alessandro Tich

Dal Muro di Berlino alla Breccia di Porta Pia.
Ovvero: scrivere del Ponte di Bassano ci consente anche di ripassare un po' di Storia.
Come abbiamo anticipato nella nostra notizia breve pubblicata ieri, domani e domenica il Ponte degli Alpini - attualmente chiuso, e fino al 31 marzo, per i lavori di montaggio del cantiere di restauro - sarà provvisoriamente riaperto al transito pedonale.
La notizia è stata pubblicamente comunicata dal sindaco Riccardo Poletto, a margine della conferenza stampa di presentazione della rassegna dell'Asparago di cui ci occupiamo nel precedente articolo.
Dunque per i due giorni del fine settimana, venendo incontro alle richieste dei commercianti ed esercenti di via Angarano, si potrà nuovamente passare da una sponda all'altra del Brenta attraversando lo storico manufatto. Approfittando del fatto che durante il weekend i lavori di predisposizione delle impalcature sono fermi.
L'orario consentito per il transito, sia domani che domenica, sarà dalle 8 alle 20.
Più tardi non sarebbe possibile, in quanto il cantiere in fase di allestimento non è ancora dotato di adeguati impianti di illuminazione.
Il “via libera” all'apertura del corridoio di transito è giunto questa mattina dopo il parere favorevole dell'ing. Dario Foppoli, responsabile per la sicurezza del cantiere.
I pedoni potranno percorrere il Ponte su due corsie parallele e a senso unico, della larghezza ciascuna di circa un metro e mezzo, ai due opposti lati del piano di calpestio.
Saranno le stesse due corsie che, in pianta stabile, saranno riservate al transito pedonale durante i lavori di restauro.
“Il Ponte sarà percorribile e le biciclette dovranno essere portate a mano - ci conferma il sindaco Poletto -. Si potrà sostare per qualche attimo e fare anche delle foto, ma dovrà essere garantito il deflusso delle persone. Per questo motivo, e per dare le opportune indicazioni ai passanti, saranno presenti sul posto un agente della Polizia Locale e anche alcuni volontari della Protezione Civile e degli Alpini. Il servizio di bus navetta per via Angarano, inoltre, continuerà.”
La soluzione è stata trovata dopo le istanze avanzate al riguardo dagli operatori economici della destra Brenta e rappresentate, presso l'Amministrazione comunale, dal presidente della delegazione comunale di Confcommercio Alberto Borriero.
Intanto domani, nel primo dei due “Open Days” del Ponte, è in programma in mattinata un giro conoscitivo in Borgo Angarano del vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Roberto Campagnolo, accompagnato dal presidente del Consiglio di Quartiere Angarano.
Scopo della “visita” in destra Brenta, quello di raccogliere gli umori dei residenti e dei commercianti del quartiere in merito alle questioni collegate all'intervento sul monumento da restaurare.
Sempre domani arriva il città la dirigente della Soprintendenza per i Beni Architettonici e Paesaggistici di Venezia, nonché funzionario del Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo, Renata Codello. Una figura importante per i destini del Ponte, dal momento che proprio attraverso il suo ufficio saranno erogati al Comune di Bassano i 3 milioni di euro del contributo del MiBACT per il restauro del manufatto.
Invitata a Bassano per un incontro dagli Amici dei Musei, l'architetto Codello ha espresso la volontà di approfittare dell'occasione per visitare il cantiere. Il sopralluogo, assieme ai referenti dell'Amministrazione comunale, è in programma nel primo pomeriggio.

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti