Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 30-01-2017 18:40
in Cronaca | Visto 1.306 volte

Ladro over 60 nella rete dei CC

Arrestato dai Carabinieri per furto in abitazione e denunciato per ricettazione un 61enne pluripregiudicato trevigiano, intercettato e bloccato nella notte a Mussolente

Ladro over 60 nella rete dei CC

I Carabinieri della Compagnia di Bassano del Grappa mettono a segno un altro colpo nel contrasto del fenomeno dei furti in abitazione. I militari dell’Arma hanno difatti tratto in arresto nelle prime ore di questa mattina il trevigiano 61enne Giovanni Tittoto, pluripregiudicato per reati di varia specie, specialmente di criminalità predatoria.
Alle 2.30 circa, una pattuglia dell’Aliquota Radiomobile dei Carabinieri di Bassano del Grappa si trovava in servizio di pattugliamento per il contrasto dei furti in abitazione nel territorio di Mussolente, quando i fari hanno illuminato una figura che si aggirava con atteggiamento furtivo. Alla vista della gazzella dell'Arma, il soggetto ha tentato immediatamente di defilarsi fuori dalla sede stradale. I militari si sono posti quindi all’inseguimento a piedi, notando che l'individuo - poi identificato come il Tittoto - aveva lanciato uno zaino all’interno di una siepe mentre tentava di fuggire, e riuscendo a bloccarlo dopo un centinaio di metri.
Veniva recuperato anche lo zaino: all’interno sono stati rinvenuti numerosi strumenti da scasso, dal trapano al grimaldello a diverse serie di chiavi, brugole, torce elettriche e guanti. L’attenzione dei Carabinieri è stata quindi catturata da una piccola pompa per biciclette, ancora sigillata, un oggetto che stonava in mezzo agli altri, chiaramente patrimonio di un ladro professionista.
Ben presto è arrivata la risposta alle prime domande investigative: dopo poco dall’arrivo in caserma dei militari, giungeva infatti notizia di un furto in abitazione perpetrato proprio a Mussolente, dove si lamentava l’ammanco di una cassetta degli attrezzi e di una bicicletta elettrica con accessori del valore di oltre tremila euro. E fra gli accessori della bicicletta c’era proprio una pompa come quella rinvenuta nello zaino del Tittoto. Sono scattate quindi le ricerche per il resto della refurtiva, rinvenuta dai Carabinieri all’interno di un Fiat Ducato rubato a Cornuda cinque giorni prima, quindi completamente restituita all’avente diritto. Anche l'automezzo sarà restituito al legittimo proprietario.
Come modus operandi accertato, il 61enne trevigiano aveva praticato un buco con grosse forbici da lamiera sull’ingresso del box dell’abitazione colpita, sottraendo quanto rinvenuto dai militari. Il Tittoto è stato pertanto arrestato con le accuse di furto aggravato e ricettazione, trattenuto presso la camera di sicurezza della Compagnia Carabinieri di Bassano del Grappa in attesa del rito direttissimo per domani. Sono in corso ulteriori indagini per verificare se lo stesso soggetto possa essere ritenuto responsabile di altri episodi criminosi della medesima specie.
Entrambe le vittime dei furti in abitazione e del veicolo hanno espresso soddisfazione per la celere attività repressiva dei Carabinieri di Bassano.

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti