Aiutiamo i nostri ospedali

CC intestato a Fondazione di Comunità Vicentina per la Qualità di Vita.
IBAN IT 37 S 08807 60791 00700 0024416 - Causale "Aiutiamo i nostri ospedali"

Campagna di raccolta fondi per l'emergenza Coronavirus a favore dell'Ulss7 Pedementana in collaborazione con
Comune di Bassano del Grappa, Comune di Santorso, Comune di Asiago, Fondazione di comunità vicentina per la qualità della vita, Bassanonet.it

Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 18-02-2015 15:17
in Politica | Visto 4.223 volte

Silvia, per te

Il vicesindaco di Cassola Manuela Bertoncello replica all'attacco nei suoi confronti di Silvia Pasinato. “Stravagante interpretazione che trae origine dall'acredine che la sig.ra Pasinato prova ancora per la sconfitta alle ultime amministrative”

Silvia, per te

Il vicesindaco di Cassola Manuela Bertoncello: "E' proprio vero, come ha detto qualcuno prima di me, che il potere logora chi non ce l'ha"

Non si è fatta attendere la replica del vicesindaco di Cassola Manuela Bertoncello al comunicato - trasmesso ieri in redazione e da noi pubblicato - del consigliere di minoranza del gruppo “Silvia per te - Cassola per il futuro” Silvia Pasinato, che prendendo di mira l'alleanza politica a Cassola tra Lega Nord e Partito Democratico se l'è presa in in particolare con l'esponente leghista della giunta Maroso, accusata dall'ex sindaco di “atteggiamento confuso che offende i cittadini” e di “doversi vergognare” nei confronti dell'elettorato della Lega per aver partecipato alla visita a Cassola del candidato del PD alla presidenza della Regione Alessandra Moretti, impegnata nel suo tour elettorale in giro per il Veneto.
Manuela Bertoncello ha pure affidato la sua risposta a un comunicato stampa trasmesso in redazione, che pubblichiamo integralmente di seguito:

COMUNICATO

In merito al comunicato giunto presso la Vostra redazione dalla sig.ra Silvia Pasinato circa la mia presenza in occasione della visita presso il Comune di Cassola della candidata alla poltrona di Governatore del Veneto Alessandra Moretti, non nascondo l’ilarità che ha suscitato in me il predetto ridicolo comunicato. Probabilmente la Consigliera Pasinato ha la necessità di “farsi sentire” ogni tanto per non scomparire dalle scene della vita di Cassola.
Ed è evidente che la stravagante e contorta interpretazione data dalla Consigliera Pasinato circa la mia partecipazione in occasione della visita della candidata Alessandra Moretti presso il Comune da me rappresentato trae origine dall’acredine che la sig.ra Pasinato prova ancora per la sconfitta alle ultime elezioni amministrative del maggio 2014.
Devo anzitutto ricordare alla medesima il ruolo istituzionale che ricopro nella comunità di Cassola, ovvero Vice Sindaco.
Quando ho accettato tale carica, l’ho fatto con pieno senso di responsabilità e con la convinzione di rappresentare TUTTI i cittadini di Cassola, siano essi leghisti, piddini, sostenitori di Forza Italia, NCD, M5S e di qualsiasi partito politico e non.
Sono l’amministratrice di tutti e non solo dei cittadini della LEGA NORD, che è il “mio” partito, di cui sono orgogliosa militante ed onesta rappresentante da diversi anni e spero di non dovermi mai trovare candidata “a mia insaputa” nelle liste di altri partiti, come accadde alla Consigliera Pasinato in occasione delle elezioni politiche di qualche anno fa...
La mia presenza accanto alla candidata Moretti quindi trova naturale spiegazione nel ruolo istituzionale che ricopro (strano che un ex Sindaco non ricordi i doveri istituzionali insiti nella carica pubblica ricoperta!): anche se non era una visita “ufficiale”, è altrettanto vero che Alessandra Moretti è la candidata alla presidenza della Regione Veneto (oltre che già parlamentare europea, Vice Sindaco di Vicenza… quindi una personalità politico-istituzionale di innegabile rilievo), con la quale dovrò obbligatoriamente rapportarmi nella malaugurata ipotesi in cui la stessa dovesse vincere le elezioni regionali e diventare Governatore del Veneto (anche se mi auguro di no!).
Estremamente ridicola poi è l’affermazione secondo la quale siederei accanto alla Moretti nel suo viaggio per le elezioni regionali: non seguo mica la Moretti nel tour di Comuni che sta facendo!
Ho solamente agito da “educata padrona di casa” allorquando questa è venuta nel Comune di cui faccio parte e da me (assieme a tutta la giunta Maroso) amministrato. Tutto qua: niente di strano!
L’educazione ed il senso di civica responsabilità verso i miei doveri (anche istituzionali) sono dei valori che fortunatamente mi sono stati insegnati sin da piccola (contrariamente ad altre persone con le quali mi devo rapportare).
In merito poi al modo di porsi della Moretti in relazione alla Lega e a Zaia, ricordo alla Consigliera Pasinato che la libertà di chiunque di esprimersi come meglio crede (lasciando poi al proprio interlocutore la conseguente libertà di valutare quanto ascoltato) è uno dei principi cardine della democrazia che sorregge il nostro paese: ma forse i concetti di “libertà di espressione” e “democrazia” sfuggono all’autrice del comunicato…
Fa specie poi che la Consigliera Pasinato si preoccupi che il mio atteggiamento possa “offendere” i concittadini: chi li ha offesi dopo aver perso le elezioni, scagliandosi con rabbia contro questi con una serie di lettere ed ammonimenti vari? Forse qualcuno/a ha la memoria corta... e forse è questa stessa persona che dovrebbe vergognarsi
Voglio comunque rassicurare la Consigliera Pasinato, nonché tutti i leghisti che mi hanno votato, che so benissimo cosa sto facendo: amministrando con serietà e spirito di sacrificio un Paese lasciato per troppo tempo allo sbando. Se poi questo implica l’ “enorme peccato” di dover parlare con esponenti di altri partiti politici… lo stesso Salvini, in occasione di una recente intervista, ha riferito di aver incontrato più volte la Moretti in Parlamento a Bruxelles e di aver conversato tranquillamente con questa: se lo fa il Segretario Federale della Lega Nord, penso proprio di poterlo fare anch’io!
Concordo infine con l’affermazione resa dalla stessa Pasinato che il Comune merita di essere amministrato da gente seria: ed è per questo che i cittadini di Cassola hanno preferito alle ultime amministrative non votare il Gruppo “Silvia per te - Cassola per il Futuro”, ma dare massicciamente (oltre il 60%) la propria preferenza alla Lista “Vivere Cassola”.
E’ proprio vero, come ha detto qualcuno prima di me, che “il potere logora chi non ce l’ha”.

Vice Sindaco di Cassola
Avv. Manuela Bertoncello

Più visti