Pubblicato il 28-09-2013 19:05
in Attualità | Visto 1.588 volte

Etra. Progetto Scuole: si riparte

Tutto pronto per l’avvio del Progetto Scuole, un percorso didattico ed esperienziale organizzato da Etra in collaborazione con diverse realtà del territorio, per le scuole di ogni ordine e grado, dalle materne alle superiori.
Giunto alla 19^ edizione, il Progetto Scuole si conferma un momento importante nel percorso scolastico dei giovani dei 75 Comuni soci della multiutility. Lo dicono i numeri della scorsa edizione: 134 scuole partecipanti; 13.500 alunni coinvolti; oltre 1.000 incontri didattici e 2.400 ragazzi in visita agli impianti di Etra; 40 classi che hanno aderito al concorso “La natura insegna” dedicato agli studenti fino alle medie, e 150 alunni di 7 istituti superiori nel concorso “Un mondo di risorse”.
“Incontri, laboratori, visite guidate agli impianti e lezioni in classe sui temi dell'acqua, dell'ambiente e delle energie alternative, argomenti su cui i più piccoli saranno chiamati a realizzare elaborati nell’ambito del concorso "La natura insegna", mentre i ragazzi delle superiori si impegneranno in percorsi didattici in cui scienza e arte si confrontano con gli ambienti delle Province di Padova e Vicenza - spiega Stefano Svegliado, presidente del Consiglio di gestione di Etra -. Mi preme ricordare tra le novità di quest’anno il “Progetto su ambiente e legalità”, attivato in collaborazione con l’associazione Libera e finalizzato a educare alla Costituzione e a diffondere i valori di solidarietà, onestà, convivenza civile, giustizia e legalità, fondamenti della società responsabile per uno sviluppo sostenibile.”
“Per il secondo anno - aggiunge Manuela Lanzarin, presidente del Consiglio di sorveglianza di Etra -, viene proposta la visita al museo geo-paleontologico di Cava Bomba sui Colli Euganei e al Museo Archeologico dell'Altopiano dei Sette Comuni Vicentini di Rotzo. Questo e molto altro ancora è il Progetto Scuola, iniziativa collaudata che quest’anno vuole puntare ancora di più sulla “concretezza”. Innanzitutto, c’è la possibilità di concludere i diversi percorsi con la realizzazione nella scuola di un’azione pratica mirata a modificare i comportamenti a partire dall’ambito scolastico. Un “Piano d’azione” personalizzato per ogni classe, che sarà definito con gli insegnanti e potrà contenere più metodi d’intervento, brainstorming e giochi di ruolo.”
“Come ogni anno - continua la Lanzarin -, abbiamo previsto una somma a fondo perduto per realizzare attività didattiche, finanziate interamente o in parte, ma sarà superiore rispetto agli anni scorsi per favorire maggiormente l’adesione delle scuole. In pratica, Etra coprirà più spese, saranno molti di più gli interventi gratuiti e quelli a pagamento avranno un costo inferiore.”
All’interno del progetto ci sono “Mission impossible: nessuna!”, che porta concretamente la raccolta differenziata dei rifiuti nelle scuole; “Stampa e ricicla”, un servizio gratuito di raccolta di cartucce ink-jet esauste per le scuole che prevede anche riconoscimenti (chiavetta Usb stampante, ecc.); corsi gratuiti specifici di formazione per gli insegnanti su acqua e rifiuti.
È possibile aderire al Progetto Scuole fino al 15 dicembre tramite la compilazione del modulo di adesione disponibile sul sito internet di Etra www.etraspa.it sotto la voce “Educazione ambientale - Progetto Scuole”.

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti