Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 05-09-2012 18:27
in Economia | Visto 3.321 volte

I legumi della fortuna

60 milioni di fatturato nel 2011, export in 25 Paesi e 600 dipendenti in quattro continenti: il Gruppo Pedon presenta un bilancio di crescita a due cifre e raddoppia lo stabilimento di Molvena. Sabato mattina l'inaugurazione

I legumi della fortuna

La famiglia Pedon. Lo stabilimento di Molvena del Gruppo occupa 135 persone, di cui 34 assunte nell'ultimo anno e mezzo

In tempi di crisi generalizzata, un'azienda che presenta un bilancio di crescita a due cifre e che sviluppa e raddoppia la propria sede produttiva fa sempre notizia.
Si tratta del Gruppo Pedon di Molvena, leader europeo nel settore dei legumi e cereali secchi, che sabato prossimo 8 settembre, alle ore 9, inaugurerà la nuova ala del proprio stabilimento.
I 7mila mq aggiunti alla sede dell'azienda saranno destinati ad ospitare un magazzino con una capacità di 7.500 posti pallet, un magazzino refrigerato per prodotti finiti e materie prime. ll tutto per un investimento di 5 milioni di euro.
“Si tratta - commenta Remo Pedon, direttore generale del Gruppo - di un passo importante per la nostra realtà. I numeri sono esplicativi: cresciamo con ritmi a doppia cifra da oltre un decennio, creando indotto e occupazione. Oggi inoltre, grazie alla nuova struttura, siamo in linea con le esigenze della grande distribuzione, mantenendo un’azienda snella ed efficiente.”
Grazie a questo raddoppio dello stabilimento, il Gruppo Pedon prosegue nel suo percorso di sviluppo, sia in Italia che all'estero, con tassi di crescita molto significativi. I primi otto mesi del 2012 hanno segnato uno straordinario +30%. Attualmente l'azienda di Molvena impiega 135 persone di cui 34 assunte nell’ultimo anno e mezzo e stima di chiudere l'esercizio in corso con un fatturato prossimo ai 70 mil di euro.
All'inaugurazione - che alle 10 proseguirà con una “open house” riservata alla clientela - hanno confermato la propria presenza l'on. Sergio Berlato, eurodeputato e componente della Commissione Europea Agricoltura, l'assessore regionale all'Istruzione e alla Formazione Elena Donazzan, l'assessore regionale al Bilancio Roberto Ciambetti, il presidente della Commissione Bilancio della Regione del Veneto Costantino Toniolo, il commissario straordinario per la Provincia di Vicenza Attilio Schneck e il presidente del Consorzio Medio Astico-Brenta Giovanni Antonio Gasparini, oltre ai sindaci Gaetano Rizzo di Pianezze, Franco Fabris di Molvena e Gianni Scettro di Marostica.
Dal mondo accademico e associativo saranno presenti Giuseppe Caldiera, direttore generale della Fondazione CUOA di Altavilla Vicentina, e rappresentanti dell’Associazione Industriali di Vicenza. Sarà inoltre presente Franklin C. Moore, delegato USAID alle Nazioni Unite.
Fondata nel 1984 dai tre fratelli Franco, Sergio e Remo Pedon che iniziarono la produzione con una macchina confezionatrice di seconda mano, oggi l'azienda gestisce una posizione di preminenza nel mercato internazionale tramite due divisioni: una retail - Pedon S.p.A. - e una dedicata all’approvvigionamento e commercializzazione di prodotti sfusi per l’industria alimentare - Acos S.p.A.
Punto distintivo del gruppo è la rete globale di approvvigionamento, presente in 10 Paesi su 5 continenti, che tramite la divisione Acos riesce a garantire nel tempo elevati livelli qualitativi ed il controllo totale delle filiere di approvvigionamento, sotto il profilo qualitativo ed etico.
Il gruppo a livello consolidato ha raggiunto nel 2011 un fatturato di 60 milioni di Euro di cui il 20% in prodotti biologici. L'azienda di Molvena esporta in 25 Paesi ed impiega 600 persone con propri stabilimenti in Italia, Cina, Etiopia e Argentina.

Libertà è Parola

Libertà è Parola - Intervista ad Angelica Bizzotto

Stasera raccontiamo la storia di questa giovane bassanese con un’enorme passione per il cinema che l’ha portata a studiare alla University of...