Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Laura VicenziLaura Vicenzi
Giornalista
Bassanonet.it

Incontri

Voci del '900 letterario europeo

Venerdì 13 novembre, alla Biblioteca civica, il primo appuntamento della rassegna dedicato al capolavoro di Ivo Andrić

Pubblicato il 07-11-2015
Visto 1.906 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

A partire da venerdì 13 novembre, alla Biblioteca civica, ritorna “Voci del ‘900 letterario europeo”, il ciclo di incontri di approfondimento dedicati agli scrittori e alla letteratura del XX secolo.
Il nuovo percorso si snoda in sette tappe, e getta lo sguardo anche a orizzonti e capolavori letterari in parte meno indagati – escludendo l’opera arcinota, ma non altrettanto letta, di Marcel Proust – tutti appartenenti ad aree linguistico-culturali geograficamente vicine, eppure per molti tratti lontanissime da quella italiana: la Mitteleuropa di Joseph Roth e di Elias Canetti, il territorio della Repubblica Serba di Ivo Andrić, la Slovenia di Boris Pahor, la Spagna di Antonio Machado, i Paesi Bassi di Willem Frederik Hermans.
Gli appuntamenti, tutti a ingresso libero, avranno inizio alle ore 17.30 e saranno ospitati nelle sale della Biblioteca; all’interno delle conferenze, sono previste letture a cura di Anna Branciforti.

Il calendario:

venerdì 13 novembre - “Ivo Andrić: Il ponte sulla Drina. Quando a parlarci sono i ponti”, relatrice Neira Mercep;
venerdì 20 novembre - “Marcel Proust impressionista?”, relatrice Geneviève Henrot Sostero;
mercoledì 25 novembre – “Joseph Roth: la marcia di Radetzky”, relatrice Gabriella Pelloni;
venerdì 27 novembre – “Willem Frederik Hermans: la casa salvata”, relatore Marco Prandoni;
venerdì 4 dicembre – “Sentieri di versi: il cammino poetico di Antonio Machado”, relatrice Maria Taglioli
venerdì 11 dicembre – “Boris Pahor: necropoli d'Europa”, relatrice Polona Libersar;
venerdì 18 dicembre – “Elias Canetti: la lingua salvata”, relatrice Chiara Conterno.

Il primo incontro avrà come protagonista il capolavoro di Ivo Andrić, diplomatico, scrittore e intellettuale europeo, pubblicato nel 1945. Nel libro, Andrić, premio Nobel nel 1961, attraverso una serie di racconti e aneddoti ambientati sullo sfondo e spesso sopra il ponte del fiume Drina, traccia la storia di Višegrad e della Bosnia stessa, area al confine tra Impero ottomano ed Europa, tra cultura orientale e religione musulmana e cultura occidentale e cristiana.

Più visti

1

Politica

27-02-2024

Marinweek

Visto 10.213 volte

2

Attualità

25-02-2024

The Sound of Silence

Visto 10.066 volte

3

Attualità

25-02-2024

Robe di Tappa

Visto 9.993 volte

4

Cronaca

26-02-2024

Centro Schei

Visto 9.860 volte

5

Attualità

29-02-2024

Tar Wash

Visto 9.695 volte

6

Attualità

28-02-2024

L’uovo alla C.U.C.

Visto 9.635 volte

7

Attualità

26-02-2024

Eau de Toilette

Visto 9.560 volte

8

Politica

29-02-2024

Giovine e sbadato

Visto 9.502 volte

9

Politica

28-02-2024

Si Salvini chi può

Visto 9.277 volte

10

Attualità

26-02-2024

DG La7

Visto 9.255 volte

1

Politica

20-02-2024

Sant’Elena

Visto 20.759 volte

2

Politica

10-02-2024

Il grande momento

Visto 13.772 volte

3

Attualità

03-02-2024

Da Bassano con Furore

Visto 12.925 volte

4

Attualità

06-02-2024

Piani Baxi

Visto 11.728 volte

5

Politica

03-02-2024

Campagnolo elettorale

Visto 11.582 volte

6

Politica

04-02-2024

Giunta comunale

Visto 11.468 volte

7

Attualità

07-02-2024

Sarò lapidario

Visto 11.393 volte

8

Attualità

04-02-2024

Vota Antonio, Vota Antonio bis

Visto 11.163 volte

9

Politica

18-02-2024

A Brunei

Visto 10.971 volte

10

Attualità

02-02-2024

Il sig. Francesco

Visto 10.910 volte