Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

All Stars

Un brindisi all'Italia

La distilleria Bortolo Nardini di Bassano inserita nell'elenco delle 150 imprese più longeve d'Italia, in occasione dei 150 anni dell'Unità Nazionale. Il riconoscimento suggellato con una cerimonia di premiazione a Roma

Pubblicato il 09-06-2011
Visto 5.629 volte

Pubblicità

Rinascimento in bianco e nero

Quando, nel 1861, veniva proclamato il Regno d'Italia a Bassano del Grappa la ditta Bortolo Nardini produceva grappa già da 82 anni.
E ora che si celebra il 150° anniversario dell'Unità Nazionale, la Nardini di Bassano è stata inserita nell'elenco delle 150 imprese più longeve d'Italia, iscritte al Registro Nazionale delle Imprese Storiche, istituito da Unioncamere per l'anniversario tricolore.
Il riconoscimento è stato ufficializzato ieri a Roma, con una cerimonia di premiazione organizzata nell'ambito della 133° Assemblea degli Amministratori delle Camere di Commercio, in concomitanza con la giornata conclusiva delle iniziative avviate dal sistema camerale per il Centocinquantesimo, sotto l'Alto Patronato della Presidenza della Repubblica, e incentrate sul tema “Italia 150. Le radici del futuro.”

La famiglia Nardini davanti alle “Bolle” della distilleria di Bassano

La storica azienda bassanese era rappresentata, nell'occasione, dal presidente cav. Giuseppe Nardini che ha ricevuto il premio dal presidente di Unioncamere Ferruccio Dardanello alla presenza del ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani e del ministro alla Pubblica Amministrazione e Innovazione Renato Brunetta.
La Nardini, fondata nel 1779 a Bassano del Grappa, rappresenta una delle aziende più longeve non solo d'Italia, tanto da far parte anche del ristretto e prestigioso Club “Les Hénokiens”, associazione internazionale a cui appartengono le imprese famigliari bicentenarie.
In oltre 230 anni di attività, l'azienda ha sempre mantenuto l'antica Grapperia all'imbocco del ponte palladiano e la sua proprietà e conduzione sono rimaste da sempre nelle mani della famiglia Nardini.
La sua storia risponde pienamente ai requisiti del Registro Nazionale delle Imprese Storiche, promosso da Unioncamere allo scopo di “incoraggiare le imprese che nel tempo hanno trasmesso alle generazioni successive un patrimonio di esperienze e di valori imprenditoriali.”

Più visti

1

Politica

19-04-2024

Campagnolo per tutti

Visto 10.533 volte

2

Politica

19-04-2024

Van der Finco

Visto 10.003 volte

3

Politica

18-04-2024

Pump Fiction

Visto 9.769 volte

4

Politica

21-04-2024

Fort Zen

Visto 8.269 volte

5

Attualità

21-04-2024

Norwegian Wood

Visto 7.920 volte

6

Lavoro

20-04-2024

Cottarelli in cattedra allo Scotton

Visto 6.114 volte

7

Attualità

22-04-2024

La storia siamo noi

Visto 5.716 volte

8

Politica

22-04-2024

Euroberto

Visto 5.361 volte

9

Scrittori

21-04-2024

Modalità lettura 3 - n.14

Visto 2.997 volte

10

Scuola

20-04-2024

Giovani scacchisti crescono

Visto 2.583 volte

1

Politica

06-04-2024

Teatro Verdi

Visto 14.171 volte

2

Politica

05-04-2024

Mazzocco in campagna

Visto 12.964 volte

3

Attualità

08-04-2024

La Terra è rotonda

Visto 12.389 volte

4

Politica

25-03-2024

Io Capitano

Visto 11.538 volte

5

Attualità

27-03-2024

Dove sito?

Visto 11.430 volte

6

Politica

07-04-2024

Gimme Five

Visto 11.428 volte

7

Attualità

15-04-2024

Signori della Corte

Visto 11.411 volte

8

Politica

12-04-2024

Cavallin Marin

Visto 11.054 volte

9

Politica

09-04-2024

Carraro in carriera

Visto 10.937 volte

10

Politica

03-04-2024

Pavanti tutta

Visto 10.782 volte