Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 12-01-2010 22:19
in Attualità | Visto 2.398 volte
 

San Bassiano, il Comune premia se stesso

Comunicati i nomi dei vincitori dei premi e delle benemerenze della città alla cerimonia del 19 gennaio. “Premio Cultura” all'ex direttore del Museo Bruno Passamani, “Premio Città di Bassano” all'ex sindaco Pietro Fabris

San Bassiano, il Comune premia se stesso

La statua di San Bassiano in Piazza Libertà a Bassano

Si avvicina il 19 gennaio, festa di San Bassiano, e l'Amministrazione Comunale ha comunicato i nomi dei vincitori dei tradizionali premi e benemerenze della città per la solenne cerimonia civica in programma alle 17 al Museo Civico nella giornata dedicata al Santo patrono.
Quest'anno le scelte, per i due riconoscimenti principali, sono ricadute su altrettanti personaggi che hanno dato lustro all'attività del Comune.
Il “Premio Cultura Città di Bassano” è stato assegnato al prof. Bruno Passamani, direttore per un intero decennio - dal 1966 al 1976 - del Museo Biblioteca Archivio di Bassano. Grande figura della museografia italiana del '900, Passamani ha legato al Museo civico un importante capitolo della sua lunga carriera di uomo di studio e di cultura.
Sotto la sua direzione il Museo venne radicalmente riordinato, con il potenziamento delle strutture espositive e didattiche e l'arrivo di numerose elargizioni e lasciti che hanno proiettato il Museo stesso ai livelli di altre simili realtà statali e comunali italiane ed europee.
A lui si devono, tra le altre cose, anche il completamento del Catalogo del Museo e la realizzazione della Guida del Museo, oltre all'allestimento di diverse mostre importanti dedicate ai grandi maestri del disegno e dell'incisione.
Il “Premio Città di Bassano” è stato invece conferito all'ex sindaco di Bassano Pietro Fabris. Da primo cittadino, nella fine degli anni '60, promosse diverse realizzazioni importanti per la città: dalla grande viabilità attorno a Bassano agli impianti sportivi, le scuole e il primo Piano Regolatore. Esponente politico di lungo corso, Pietro Fabris ha assunto negli anni numerosi incarichi istituzionali. E' stato consigliere e assessore regionale e quindi, dal 1987 al 1996, senatore della Repubblica. Negli ultimi anni si è ritirato nella sua città per dedicarsi al volontariato e svolgere il ruolo, fino allo scorso settembre, di Presidente della Casa di Riposo.
Per il 2010 i “Premi San Bassiano” - riservati ai concittadini e alle associazioni distintesi nell'imprenditoria, nel sociale e nello sport - sono invece quattro.
I destinatari dei premi sono Franca e Mario Bernardi, esponenti della famiglia di librai storici di Bassano; a Bruna e Alessandro Scrimin, pure componenti di una storica famiglia di librai della città; il GAB - Gruppo Atletico Bassano, tra le più antiche società di atletica leggera del Veneto con 62 anni di storia alle spalle e il Progetto “Conca d'Oro”, comunità alloggio e biofattoria sociale per ragazzi disabili e in difficoltà.
Appuntamento ora, per i premi e per gli applausi, al 19 gennaio.

Editoriali

La tromba del giudizio

La tromba del giudizio

Alessandro Tich | 16 giorni fa

Il "Tich" nervoso Dalla vicenda Monegato, e in prospettiva elezioni amministrative a Bassano, considerazioni a ruota libera sull'uso politico dei social