Canova
Canova

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it

Attualità

L’Isola dei Dubbiosi

È ufficiale e definitivo: la centralina idroelettrica di via Pusterla non si farà. La Belfiore ‘90 rinuncia al progetto ed è partito l’iter dell’accordo transattivo finalizzato all’annullamento dell’autorizzazione all’intervento

Pubblicato il 01-12-2022
Visto 6.808 volte

Canova

Le telenovele, per antonomasia, durano più stagioni.
La telenovela della centralina idroelettrica di via Pusterla a Bassano, a pochi metri in linea d’aria dal Ponte, è alla sua 22sima stagione. Quasi ai livelli di “Un posto al sole”, soap opera arrivata alla 27sima stagione. Il progetto era stato infatti presentato dai proponenti privati alla Regione Veneto nel lontano 2000 e la domanda pubblicata nel Bollettino Ufficiale della Regione del 23.3.2001.
Ma la 22sima stagione della storia infinita in riva al Brenta, su cui abbiamo scritto negli anni brentane d’inchiostro, è anche l’ultima e stanno già scorrendo i titoli di coda.

Una veduta parziale dell’area di cantiere della centralina idroelettrica (foto Alessandro Tich)

La notizia è ufficiale e definitiva e viene resa nota in conferenza stampa dal sindaco Elena Pavan, affiancata dal vicesindaco e assessore ai Lavori Pubblici Andrea Zonta e dall’assessore all’Ambiente Andrea Viero.
La parola “fine” viene scritta dopo la rinuncia all’intervento da parte della proprietà Belfiore ‘90 di Bortoli Antonio & C. snc di Nove. Dopo la scomparsa, due anni fa, del titolare della società Antonio Bortoli, i figli hanno deciso di non continuare a dedicare tempo, soldi ed energie per un progetto il cui iter amministrativo e burocratico - e soprattutto giudiziario - è stato da sempre a dir poco contrastato. Non si contano infatti gli interventi anche nel dibattito civico sull’opportunità di realizzare l’opera in un simile contesto paesaggistico e nell’ambito di un’isola fluviale a sua volta inserita in una parte di città vincolata dalla Sovrintendenza: l’Isola dei Dubbiosi.
Di comune accordo tra le due controparti sarà pertanto sottoscritto un atto di transazione con il quale da una parte la Belfiore ‘90 rinuncia all’autorizzazione in suo possesso per eseguire l’intervento e, dall’altra, saranno annullate tutte le cause giudiziarie relative all’intricata vicenda, pendenti dal 2016.
Quella della centralina di via Pusterla è infatti anche una lunga storia di esposti, denunce, ricorsi e impugnazioni presso le varie sedi di giustizia competenti: TAR, Consiglio di Stato, Tribunale Superiore delle Acque Pubbliche, Corte di Cassazione. Per il Comune di Bassano del Grappa, ciò ha comportato tra le varie amministrazioni un impegno di spese legali per diverse decine di migliaia di euro.
Con l’accordo transattivo che verrà sottoscritto da Belfiore e da tutti gli enti e organismi pubblici competenti (Comune di Bassano del Grappa, Provincia di Vicenza, Regione Veneto, Sovrintendenza, Genio Civile) tutti i contenziosi in corso saranno azzerati.
Contestualmente, il cantiere della centralina sarà smantellato e l’isola Pusterla sarà nuovamente a disposizione del libero ingresso e frequentazione dei cittadini.
Ma bisogna fare presto perché i tempi della parte pubblica sono notoriamente biblici e le autorizzazioni alla firma dell’accordo di transazione dovranno pervenire dai “competenti uffici” dei vari enti ai firmatari rappresentanti degli enti medesimi entro la fine di gennaio, pena la ripresa delle cause pendenti.
Dal canto suo, una volta “liberata” l’area l’amministrazione di Bassano provvederà alla sistemazione della zona del canale e alla potatura delle piante e metterà in campo una progettualità finalizzata al successivo recupero della cosiddetta “spiaggia dei bassanesi”, in convenzione col Genio Civile che detiene la proprietà della superficie demaniale dell’isoletta.
L’accordo prevede anche un esborso a carico della Regione Veneto e del Comune di Bassano del Grappa a favore di Belfiore ‘90, a compensazione delle spese di progetto e a indennità della concessione regionale che viene a mancare: 200.000 euro da parte della Regione e altri 30.000 da parte del Comune.
Una novità che viene condivisa dalla giunta anche a livello di consiglio comunale: oggi alle 18 si riunisce difatti la 3° Commissione consiliare “Territorio e Ambiente” con il primo punto in scaletta all’ordine del giorno “Contenzioso centralina idroelettrica di via Pusterla”.
Interviene alla riunione anche l’avv. Pierfrancesco Zen di San Martino di Lupari che ha patrocinato legalmente il Comune di Bassano nelle cause relative alla pluriennale vicenda, allo scopo di fornire ai consiglieri-commissari tutte le informazioni tecniche del caso.
Titoli di coda in chiusura. The End.

Più visti

1

Attualità

21-01-2023

Premiato Ristorante Da Morena

Visto 8.220 volte

2

Politica

23-01-2023

FrecciaVerde

Visto 6.678 volte

3

Attualità

23-01-2023

Riserva della Boh-sfera

Visto 6.492 volte

4

Attualità

20-01-2023

Il Genius della lampada

Visto 6.429 volte

5

Politica

25-01-2023

Un Mose al prezzo di due

Visto 4.076 volte

6

Politica

25-01-2023

Tribuna Politica

Visto 4.061 volte

7

Politica

25-01-2023

Banchi di nebbia

Visto 3.573 volte

8

Contaminazioni

23-01-2023

Otto miliardi di cosa?

Visto 3.175 volte

9
10

Teatro

20-01-2023

Alla sbarra: Il caso Ezra Pound

Visto 3.065 volte

1

Attualità

04-01-2023

Il cibo Benedetto

Visto 9.324 volte

2

Attualità

21-01-2023

Premiato Ristorante Da Morena

Visto 8.220 volte

3

Attualità

03-01-2023

Ultimo Capitolo

Visto 7.732 volte

4

Attualità

31-12-2022

Fake News

Visto 7.612 volte

5

Attualità

04-01-2023

Firmate Fratres

Visto 7.525 volte

6

Politica

30-12-2022

Campagna Infelix

Visto 7.124 volte

7

Attualità

13-01-2023

And San Bassiano Goes To…

Visto 7.101 volte

8

Attualità

03-01-2023

Ci son Tre Coccodrilli

Visto 7.100 volte

9

Attualità

16-01-2023

La Riva Bianca, la freccia verde e l’arcobaleno

Visto 6.935 volte

10

Attualità

16-01-2023

Cuor di Leon

Visto 6.804 volte