Pubblicità

Radici FutureRadici Future
Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 06-09-2021 19:06
in Attualità | Visto 6.470 volte

Liberté, Égalité, Défilé

Pazienti oncologiche modelle per un giorno, grazie all'Associazione Oncologica San Bassiano: venerdì 10 settembre, sul Ponte di Bassano, riflettori accesi sul “Défilé della Rinascita”

Liberté, Égalité, Défilé

La conferenza stampa di presentazione dell’evento ai Giardini Parolini (foto Alessandro Tich)

Liberté, Égalité, Défilé. Vale a dire: la libertà di essere sé stesse, l’uguaglianza dell’esperienza condivisa della malattia e la voglia di lanciare un grido di positività alla vita attraverso il linguaggio della bellezza, interpretato da una sfilata di moda.
A modo suo, è una piccola Rivoluzione. A metterla in atto, ancora una volta, è l’Associazione Oncologica San Bassiano ODV (organizzazione di volontariato) che propone e organizza anche quest’anno il “Défilé della Rinascita”: sfilata che vedrà protagoniste le pazienti oncologiche seguite dall’associazione, trasformate in “modelle per un giorno”. L’appuntamento è per venerdì 10 settembre con inizio alle 18.30 e la speciale passerella avrà luogo sul Ponte di Bassano, messo a disposizione dall’amministrazione comunale che ha inserito anche questo evento nella Babele di iniziative celebrative per la restituzione alla città del monumento restaurato.
La manifestazione è stata presentata in conferenza stampa ai Giardini Parolini, vicino agli orti curati dai e dalle pazienti dell’associazione, con gli interventi del presidente della San Bassiano ODV nonché decano dei giornalisti bassanesi Gianni Celi, della vicepresidente Dina Faoro, della psicologa dell’associazione Elena Pasquin e con l’amichevole partecipazione del sindaco Elena Pavan e dell’assessore alla Cultura Giovannella Cabion. Il quartier generale dell’evento sarà Palazzo Sturm dove le pazienti-modelle indosseranno dei particolarissimi vestiti multicolori realizzati dall’atelier di sartoria bellunese Raptus & Rose. Poi sfileranno sul Ponte, ammirate da 200 persone.
La presenza degli spettatori sul monumento sarà esclusivamente su invito già recapitato a chi offre un aiuto alle svariate attività che l’associazione offre ai malati di tumore del nostro territorio, ai familiari, alla stampa, a pubblici amministratori. La sfilata proseguirà quindi lungo salita Ferracina per un giro in piazza Libertà e infine il ritorno a Palazzo Sturm. Le temporanee colleghe di Naomi Campbell saranno in tutto 37, 27 delle quali pazienti oncologiche. Le altre 10 partecipanti alla sfilata saranno oncologhe, infermiere e altre professioniste sanitarie, alcune sostenitrici dell’associazione appartenenti alla società civile e ancora il sindaco di Bassano Elena Pavan e i due assessori regionali Manuela Lanzarin ed Elena Donazzan.
Come spiegano i promotori, l’idea di una sfilata di moda nasce dal desiderio di far vivere alle donne seguite dall’associazione “un’esperienza straordinaria allo scopo di migliorare la loro qualità di vita”. L’Associazione Oncologica San Bassiano accoglie quotidianamente lo smarrimento che segue la diagnosi della malattia, la paura che accompagna l’inizio di un percorso terapeutico non facile, il terrore di non farcela e la speranza della guarigione. Sentimenti che sono propri di tutte le donne che si trovano a confrontarsi con una diagnosi oncologica indipendentemente dalla sua localizzazione.
Le terapie modificano radicalmente il rapporto con il proprio corpo e il ruolo di “paziente” diventa parte importante della propria identità che si sviluppa e si rafforza all’interno del mondo clinico, nuovo contesto di esperienza. La persona deve essere quindi supportata allo scopo di maturare la consapevolezza di non “essere la propria malattia” e la sfilata diventa, in tal senso, strumento per comunicare che “la malattia non è un ostacolo alla bellezza”.
Come sottolinea la psicologa Pasquin, di tratta di “uno choc biografico forte, che mette le donne a confronto con l’idea di bellezza che credevano perduta, con l’esperienza che prendersi cura della propria femminilità sia ancora possibile e che possono e devono essere protagoniste di questo viaggio tortuoso che si chiama vita”.
Il 10 Settembre sarà possibile seguire il Défilé della Rinascita anche via streaming. Basterà collegarsi alla pagina Instagram dell’Associazione: oncologicasanbassiano_ o alla pagina di Raptus & Rose; le persone troveranno un link che permetterà loro di vivere la magia del Défilé ovunque si trovino.
Da pazienti oncologiche a belle della diretta: il valore dell’iniziativa sta tutto qui.

Pubblicità

Opera EstateCelebrazioni PonteMostra

Più visti