Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 01-09-2015 21:12
in Attualità | Visto 3.464 volte

Banchina cedevole

Ponte di Bassano. Tamara Bizzotto (Lega Nord) chiede di rivedere il progetto di restauro. “Vengano individuati i responsabili tecnici e politici del disastro che si sta consumando sotto gli occhi dei bassanesi e del mondo intero”

Banchina cedevole

Foto Alessandro Tich

In merito alla notizia, da noi pubblicata ieri, del cedimento di ulteriori 3 centimetri della struttura del Ponte di Bassano nel punto critico della seconda stilata sul lato nord del monumento e delle conseguenti misure urgenti dell'Amministrazione comunale per la sua messa in sicurezza prima dell'intervento di restauro, riceviamo e pubblichiamo il seguente comunicato stampa, trasmesso in redazione dal capogruppo consiliare della Lega Nord/Liga Veneta Tamara Bizzotto:

COMUNICATO STAMPA

SITUAZIONE PONTE DEGLI ALPINI

Le notizie, via via sempre più frequenti, sul degrado che il palladiano Ponte degli Alpini sta subendo, non fanno che riportare a memoria una volta di più, l’allarme che, come Lega Nord, lanciammo anni fa e le nostre reiterate richieste di interventi immediati, sempre rifiutate dall’Amministrazione (oggi come allora sostenuta dal PD). Ricordiamo il dileggio che subimmo e le sopenti dichiarazioni dell’allora Assessore ai LLPP che dichiarava che era tutto a posto e sotto controllo.
Oggi si scopre che il nostro Ponte subisce un cedimento, per ora, di ben tre centimetri in un solo mese e allora si deve percorre la strada della massima urgenza sperando, da parte di qualcuno, che il buon Dio ci preservi dalle “brentane”, visto che fra poco entreremo nel loro tradizionale periodo.
Due sono principalmente le nostre richieste:
1 – che venga rivisto il progetto di restauro del Ponte, ponendoci dalla parte di coloro che sostengono che questi debba essere rifatto in toto dato che, comunque, dovrà essere sostituita una gran parte del legno di cui il Ponte è costituito, mantenendo in ogni caso la struttura come l’aveva pensata Andrea Palladio. I 7 milioni di euro oggi disponibili sembrano sufficienti ad effettuare l’operazione, in considerazione anche dei futuri ribassi d’asta in sede di bando per l’aggiudicazione dei lavori;
2 – che vengano individuati i responsabili sia tecnici che politici del disastro che si sta consumando sotto gli occhi dei Bassanesi e del mondo intero, considerato il fatto che non si è mai provveduto ad alcuna manutenzione del manufatto degna di questo nome e che per oltre 2 anni più di qualcuno ha pesantemente sottovalutato e sminuito gli allarmi lanciati e gli evidenti segnali di cedimento che il Ponte manifestava.

Capogruppo Lega Nord/Liga Veneta
Tamara Bizzotto

LIBERTA' E' PAROLA - AVANTI CON CORAGGIO

Cari #amici di Libertà è Parola, il momento che stiamo vivendo richiede responsabilità e noi stiamo facendo la nostra parte, anche se vorremmo...

Più visti