Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 24-05-2013 19:36
in Attualità | Visto 2.466 volte
 

Pedemontana. I quartieri: “Il Comune dia supporto agli espropriati”

Intervento congiunto dei presidenti dei quartieri di Bassano del Grappa interessati agli espropri causa passaggio della SPV. “E' nelle funzioni dell'Amministrazione affiancare i propri cittadini nell'esercizio dei diritti”

Pedemontana. I quartieri: “Il Comune dia supporto agli espropriati”

Il cantiere della SPV a Bassano (foto: archivio Bassanonet)

Un forte appello all'Amministrazione comunale di Bassano del Grappa affinché si ponga “a capo di qualsiasi iniziativa a supporto dei cittadini espropriati a causa del passaggio forzato della Superstrada Pedemontana Veneta nelle loro proprietà”.
A lanciarlo è un intervento congiunto dei presidenti dei sei quartieri bassanesi attraversati dal tracciato dell'infrastruttura (Prè, Marchesane, Borgo Zucco, San Bassiano, San Lazzaro, Merlo), affidato ad un comunicato stampa trasmesso in redazione, che pubblichiamo di seguito:

COMUNICATO

L'Ente esponenziale per la tutela dei diritti dei cittadini è e resta il Comune.

In forza di questo principio, noi Presidenti di Quartiere di Bassano del Grappa invitiamo l'Amministrazione comunale a porsi a capo di qualsiasi iniziativa a supporto dei cittadini espropriati a causa del passaggio forzato della Strada Pedemontana Veneta nelle loro proprietà.
L'Amministrazione non può intervenire in una trattativa che riguarda i cittadini espropriati e la società titolare della concessione, ma è nelle sue funzioni affiancare i propri cittadini nell'esercizio dei diritti e interloquire con Regione e Concessionario a garanzia della buona riuscita della trattativa.
La motivazione che ci ha indotto a prendere posizione e chiedere con forza tale intervento all'Amministrazione Comunale, è stata dettata dalle recenti pubblicazioni apparse sulla stampa locale, ove l'ennesima intromissione di terze parti, esercitata per finalità politiche e/o per interessi di profitto, rischia di complicare ulteriormente la delicata situazione, con la conseguenza di ritardare pesantemente il procedimento di indennizzo, senza dimenticare la confusione che si crea nei confronti degli espropriati, sballottandoli a destra e a manca senza un preciso riferimento.
Riteniamo che sia percorribile la strada di un'azione collettiva che trovi una soluzione efficace ed effetti ultra partes per tutti gli espropriati del nostro Comune.
Pertanto, fiduciosi in una risposta positiva dell'Amministrazione comunale, chiediamo nell'immediatezza ad essa di porre fine a qualsiasi tentativo maldestro che possa ledere il diritto di proprietà costituzionalmente garantito.

Bassano 24/05/2013

Pres. Quartiere Prè Ivano Piovesan
Pres. Quartiere Marchesane Giacomo Lunardon
Pres. Quartiere Borgo Zucco Mauro Torresan
Pres. Quartiere San Bassiano Bruno Torresan
Pres. Quartiere San Lazzaro Denis Alberti
Pres. Quartiere Merlo Fabio Beraldin