Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 25-09-2012 13:06
in Attualità | Visto 3.080 volte

Finco Security

Il consigliere leghista attacca l'Amministrazione Cimatti sulla gestione e l'attività della Polizia Locale. “Agenti relegati a fare solo multe”. La replica del sindaco all'assemblea di Confcommercio: “Chi dice queste cose fa terrorismo”

Finco Security

Nicola Finco (Lega): "Ovunque a Bassano spadroneggiano accattoni, mendicanti e abusivi mentre gli agenti di polizia municipale fanno solo contravvenzioni"

“Basta svilire la Polizia locale." Firmato: Nicola Finco. Il consigliere regionale e comunale della Lega Nord affida a un comunicato trasmesso alle redazioni (non a tutte, come al solito) e alla home page del suo sito internet un attacco frontale all'attuale Amministrazione di Bassano del Grappa.
L'esponente del Carroccio critica “la situazione limite in cui versa il Corpo dei vigili a causa del menefreghismo dell'amministrazione", e preannuncia una interrogazione alla giunta in merito, nella quale chiederà lumi anche “sulla legittimità degli atti di Polizia locale compiuti dal dirigente Francesco Benacchio”.
Per Finco è necessario restituire al Comando di via Vittorelli “un ruolo chiave per la sicurezza del territorio oggi limitato alle sole multe e, soprattutto, rendendola indipendente dal dirigente amministrativo cui adesso fanno capo gli agenti”.
“Su disposizione del sindaco - dichiara il leghista - gli agenti fanno riferimento ad un quadro dirigenziale che ha accesso agli atti e dà disposizioni operative al Corpo. Peccato che una recente sentenza del Consiglio di Stato, la 4605/2012, sancisca che la Polizia municipale deve essere autonoma dalla struttura amministrativa comunale e rispondere unicamente al Sindaco o a un assessore delegato. A Bassano questo non accade, anzi: gli agenti sottostanno al dr. Benacchio che fa le veci del sindaco senza avere però titolarità del ruolo. Perciò chiedo l'intervento urgente del primo cittadino per ripristinare l'autonomia e la dignità del Corpo di Polizia locale bassanese, svilito e depotenziato dal menefreghismo dell'amministrazione cittadina.”
“La Giunta - continua Finco - aveva creato ad hoc il cosiddetto terzo turno, cioè un pattugliamento anche nelle ore notturne della città e dei quartieri a scopo di deterrenza per eventuali azioni criminali e comunque di ordine pubblico in aree sensibili. Il servizio funzionava, ma inspiegabilmente ora non se ne vede più l'ombra; stesso destino al Nucleo Polizia giudiziaria e controllo del territorio, che aveva svolto anche interventi seri ed ora è scomparso. Un paio d'anni fa era stata attivata la figura del vigile di quartiere: chiedo all'amministrazione una relazione sui risultati conseguiti al di là del giro quotidiano per la città.”
Secondo il consigliere leghista la situazione in città “è ormai al limite del tollerabile”.
“Ovunque a Bassano - dichiara ancora il politico padano - spadroneggiano accattoni, mendicanti, abusivi di ogni genere, mentre i nostri agenti di polizia municipale vengono relegati a fare solo multe e contravvenzioni senza alcun ruolo attivo nella sicurezza e nell'ordine pubblico. In questo la responsabilità è sia politica che di chi, impropriamente, è delegato dal Sindaco a dirigere la Polizia locale in sua vece. Chiedo a Cimatti che garantisca con urgenza ai bassanesi un servizio di Polizia efficiente, e che gli agenti non siano sviliti nel loro ruolo ma possano essere parte attiva nel loro compito fondamentale per il presidio del territorio.”
Una risposta indiretta alle accuse di Finco è arrivata ieri sera dal sindaco Cimatti nel corso del suo intervento all'assemblea sociale della Confcommercio di Bassano: “Nel 2012, con dato aggiornato ad agosto, la Polizia locale ha fatto 1685 multe in meno per divieto di sosta rispetto all'anno scorso e 1679 multe in meno rispetto al 2010. Chi dice queste cose fa terrorismo.”
“Dove c'è il Commissariato di Pubblica Sicurezza - replica oggi Cimatti, contattato da Bassanonet - non è il sindaco il responsabile della sicurezza. Confermo e ribadisco quanto già dichiarato alla stampa dall'assessore Boesso e cioè che abbiamo continuato a fare il terzo turno e il servizio dei vigili di quartiere, nei limiti che ci sono, con le numerose manifestazioni organizzate in città che tengono impegnata la Polizia locale per attività straordinarie di servizio d'ordine. Il sindaco ha poteri di indirizzo, ma non ha poteri operativi per le attività di polizia.”
“Questo fatto di dire cose non vere, come ho detto ieri sera all'assemblea di Confcommercio - aggiunge Cimatti -, vuol dire creare situazioni che creano disagio a basta, diffondendo voci destituite di qualsiasi fondamento. Affermare che a Bassano “i vigili fanno tante multe” fa sì che la gente venga a Bassano malvolentieri o non ci venga per niente. C'è una responsabilità comunicativa nelle cose. I dati sulle multe della Polizia locale sono inseriti a bilancio e sono disponibili a qualsiasi consigliere comunale. Prima di fare certe affermazioni, un consigliere avrebbe il dovere di verificare.”

LIBERTÀ È PAROLA - “Alla scoperta degli “Amici dei Musei e dei Monumenti di Bassano del Grappa”.

In questa nuova puntata, incontriamo una realtà di Bassano che da anni si impegna per sostenere e supportare il nostro patrimonio #artistico,...

Più visti