Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 21-02-2013 14:42
in Politica | Visto 3.231 volte

Quelli di SEL

Incontro a Bassano con Alessandro Zan, capolista alla Camera per il partito di Vendola. Lavoro e ambiente tra i punti forti del programma. “SEL è una forza di governo che parte dalle persone più deboli, che hanno bisogno di essere aiutate”

Quelli di SEL

Candidati SEL a Bassano. Da sinistra: Sergio Piotto, Raffaella Borin e il capolista alla Camera Alessandro Zan (foto Alessandro Tich)

E' uno degli esponenti di punta di SEL - Sinistra Ecologia Libertà.
Stiamo parlando di Alessandro Zan, assessore all'Ambiente e al Lavoro del Comune di Padova, membro della presidenza nazionale del partito di Nichi Vendola ed esponente, nonché personalità di riferimento, della comunità LGBT.
Zan è il candidato capolista di SEL alla Camera dei Deputati, circoscrizione Veneto 1. Questa mattina il suo tour elettorale ha fatto tappa a Bassano del Grappa, dove l'assessore padovano ha incontrato gli attivisti locali e i candidati del Bassanese Raffaella Borin, in corsa per la Camera e Sergio Piotto, candidato al Senato.
“L'obiettivo primario di SEL è quello del lavoro, anche nell'ex ricco Veneto - dichiara Alessandro Zan a Bassanonet -. In questa regione manca il lavoro ai giovani, costretti ad emigrare all'estero per necessità, e in questo territorio le imprese sono lasciate da sole, con una pressione fiscale troppo alta sia per i lavoratori che per le imprese. Non è più possibile competere se le imprese non si mettono in rete e accettano la sfida della globalità, investendo sull'innovazione, sulle competenze e sulla continua ricerca e formazione.”
“Oltre ai diritti civili, un altro punto fermo del nostro programma è l'ambiente - prosegue il capolista alla Camera -. L'ambiente è un'occasione di grande crescita economica sostenibile, attraverso la rinegoziazione del Patto di Stabilità che sta strozzando i Comuni. Le piccole e medie imprese possono così aprire mille cantieri per la messa in sicurezza del territorio. Quando piove non apriamo più l'ombrello, ma dobbiamo chiamare la Protezione Civile. L'ambiente può dare nuovi posti di lavoro, con un'azione permanente di ripristino del territorio che ha costi molto più limitati dei danni che si pagano a causa delle alluvioni.”
“Sono tante le cose da fare - conclude Zan -, questo Paese ha mille problemi e servono soluzioni. Serve la buona politica, buttare all'aria tutto vuol dire fare solo macerie da cui è difficile risollevarsi. Serve un'azione di governo responsabile e SEL è una forza di governo che parte dalle persone più deboli, che hanno bisogno di essere aiutate. Siamo anche il partito che in Italia ha il più alto numero di donne eleggibili, e cioè il 50%. E' un primato su tutti gli altri partiti. Noi non enunciamo la parità, la pratichiamo.”

Libertà è Parola

Libertà è Parola: “Scuola: tra passato e futuro” Intervista a Gianni Zen

Nelle emergenze, come nel quotidiano, il tema della #scuola ritorna sempre: infrastrutture, didattica, qualità e molto altro. Col nostro ospite,...

Più visti