Redazione
bassanonet.it
Pubblicato il 22-07-2019 19:59
in Musica | Visto 591 volte
 

All That Jazz

Mercoledì 24 luglio, per Bassano sotto le Stelle, ritorna la kermesse musicale “Bassano City of Jazz”, inserita nel cartellone di Operaestate Festival

All That Jazz

Foto: Operaestate Festival (Ceccon)

Bassano città del jazz per una notte. Accade anche quest'anno e accadrà mercoledì prossimo, 24 luglio, per le strade e nelle piazze del centro storico cittadino. Ritorna infatti “Bassano City of Jazz”, manifestazione inserita nel ricco cartellone di Operaestate e a sua volta compresa nel programma dei mercoledì di “Bassano sotto le Stelle” organizzati dalla Confcommercio, che prevedono l'apertura serale dei negozi e l'animazione culturale del salotto buono cittadino.
Si tratta dell'evento del Festival che porta appunto per le strade la musica jazz, tra improvvisazioni e jazz standard, nei luoghi simbolo lla città e in quelli poco esplorati. Un esercito di trombe, sax, chitarre e batterie si daranno appuntamento dalle ore 21 per sfidarsi a colpi di note. Invitando il pubblico a passeggiare per il centro, alla scoperta di inediti incroci di armonie che si rincorrono da un lato all’altro della città in un ideale dialogo tra strumenti.
Torna, come di consueto, in Piazza Libertà, la Big Band Steffani, formata da alcuni tra i migliori allievi ed del dipartimento jazz del Conservatorio “A.Steffani” di Castelfranco Veneto, nata nel 2013 per volontà del M° Gianluca Carollo; special guest di quest’anno il musicista Mauro Ottolini, trombonista, compositore e direttore d'orchestra italiano di musica jazz, tra i più sperimentali del panorama nazionale.
Ad animare la altrettanto centralissima Piazza Garibaldi sarà il Laura Colosso Quintet, composto da Marco Trabucco al contrabbasso, Niccolò Romanin alla batteria, Francesco Pollon al piano, Antonio Gallucci al sax tenore e soprano, Laura Colosso alla voce. Oltre ad alcuni arrangiamenti di pezzi standard, il gruppo proporrà un repertorio di brani inediti che amalgamano lo stile musicale Jazz con il genere Soul e R&B.
In via Vittorelli, invece, riecheggeranno le note del Backward Trio, formazione composta da tre giovani musicisti del panorama jazz vicentino: Giuseppe Malinconico al pianoforte, Francesco Bordignon al contrabbasso e Jody Zannoni alla batteria. Una scelta di brani ispirata dai grandi del passato sia dalla scena jazz contemporanea dal sound fresco e moderno.
Poco più a nord, in Piazzale Terraglio, l’Osteria Terraglio accoglierà Saxyshop, il giovanissimo sestetto vicentino composto da Alessandro Barbieri (batteria), Stefano Nardon (tastiere), Marco Spagnolo, Jacopo Novello (chitarra elettrica) e Andrea Moro (basso elettrico). Il gruppo offrirà al pubblico un repertorio interamente originale, con influenze che spaziano dal funk, alla fusion, al progressive.
Spostandosi in via Roma, davanti alla Chiesetta dell’Angelo spazio ai grandi classici del jazz con il gruppo Standard For Tonight che vede protagonisti Valerio Zanchetta (batteria), Alessandro Lucato (tastiere) Nicola Ferrarin (contrabbasso) e Giovanni Ferromilone (sax).
Il pubblico che arriva in centro da via Da Ponte, incontrerà subito, in Largo corona d’Italia, il gruppo Afrodita, con Alessandro Busnardo alla batteria, Andrea Tombesi al basso elettrico, Massimo Parolin alla chitarra e Stefano Vidale alle percussioni.
Una formazione consolidata da anni, specializzata nella reinterpretazione del repertorio standard jazz e bossanova con sonorità e stili differenti dall'originale, passando dalle ritmiche afrojazz a quelle più brasiliane, fino alle sonorità mediorientali. Per il pubblico bassanese presenterà anche pezzi inediti, frutto di studi e sperimentazioni sulle sonorità di differenti parti del mondo.
Proseguendo per via Da Ponte, in Piazzetta da Ponte sarà possibile ascoltare il duo Manuela Simoncelli e Isaac De Martin. Una chitarra e voce insieme per percorrere una storia musicale, attraversando le melodie di alcuni standard, ballad, swing e bee bop, da Duke Ellington a Horace Silver, Thad Jones, Jim Hall…
Altra tappa d’obbligo sarà in via Matteotti, dove il Noir Jazz Trio proporrà brani della tradizione jazzistica, dagli standard anni 30 agli anni 70. Juri Busato (chitarra), Simone Buttarello (batteria) e Cesare ferro (basso elettrico) si esibiranno in diversi arrangiamenti dalle sonorità modali.
Tutti gli eventi sono ad ingresso libero. Un’autentica invasione pacifica a tempo di musica, per riempire la città di suoni e melodie nel corso di un’intera serata.