Partita Scacchi
Laura Vicenzi
bassanonet.it
Pubblicato il 04-05-2018 09:36
in Mostre | Visto 325 volte
 

Arte al Castello

Inaugurazione sabato 5 maggio, a Marostica, per due mostre organizzate da Elle Arte Contemporanea

Arte al Castello

Onde: senza quiete, opera di Lina Zenere, 2017

Inaugurazione domani, sabato 5 maggio, a Marostica, per due mostre organizzate da Elle Arte Contemporanea, studio-galleria d’arte e laboratorio di ricerca formativa sorto a Vicenza nel 1997 e diretto da Lina Zenere.
Patrocinate dalla Regione, dalla Città di Marostica e dal Club per l’Unesco di Udine e organizzate in collaborazione col Centro Studi “Prospero Alpini” e l’Uciim di Marostica, le esposizioni saranno ospitate fino al 13 maggio nelle sale del Castello Inferiore.
“Contemporanea 2018” presenta in una collettiva le opere di 31 artisti contemporanei realizzate con tecniche a olio, acrilico, tecnica mista su tela, acquerello, smalto, smalto su rame, stampa d’arte, scultura e fotografia; “Sinergie cromatiche e spaziali” accoglie due personali di Emanuele Costantini, artista di Eraclea che espone opere incise su tavole, dipinte a varie stesure di colore, e Lina Zenere, che espone una installazione di formelle in ceramica raku, eseguite per un progetto di ricerca sulle risorse alternative per salvaguardare il pianeta promosso dall’Unione Europea. Il tema dell’acqua che sgorga nelle risorgive osservate nelle campagne di Bressanvido e Sandrigo è proposto anche in una serie di opere eseguite con tecnica mista su tela di juta e altre ancora dipinte con tecnica ad acrilico su tela e a stampa ad acquaforte; conclude la mostra una serie di stampe lenticolari realizzate in 3D.
L’inaugurazione è fissata per le ore 17.30, interverranno alla presentazione la critica Anna Maria Ronchin e lo storico Vanni de Conti. Le mostre saranno visitabili nei seguenti orari: 10-12, 16-18.20 (chiuso il lunedì, aperto la domenica).

Ultimora

Il 15 agosto:

Editoriali

Tronco ferroviario

Tronco ferroviario

Alessandro Tich | 96 giorni fa

Il "Tich" nervoso Quando, per non piangere, non ci resta ogni tanto che ridere

Più visti