Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 08-12-2019 16:55
in Calcio | Visto 493 volte
 

Tre punti vitali

I giallorossi tornano al successo dopo un passo falso e mezzo. Decidono Garbuio e Pinton

Tre punti vitali

Garbuio salterà la partita di sabato a Montebello per squalifica

Il Bassano regala ai suoi tifosi un'altra domenica da infarto. Alla fine la sfanga segnando il gol del raddoppio immediatamente dopo il devastante pareggio vicentino arrivato su calcio di rigore. La vittoria non cancella una sofferenza che potrebbe essere lenita e di molto chiudendo prima le gare. Le note positive sono la reazione messa in campo, il debutto favoloso di Montagnani autore di due assist e la conferma del giovanissimo Michelon in porta.

Bassano - Marola 2-1

La formazione (4-3-3). Mister Maino manda in campo Michelon in porta, Gallonetto, Bonaguro, Marchioron, Cecini; a centrocampo Dalla Costa, Xamin e Pinton; tridente offensivo con Battistella, Garbuio e la new entry Montagnani. Nella formazione vicentina giocano gli ex giallorossi Meneghetti e Scaranto.

Il Bassano ha motivazioni che escono persino dalle orecchie e le riversa tutte in campo su un Marola attrezzato e quadrato. L'inizio è veemente ma poco produttivo. Montagnani, l'uomo sceso dall'Eccellenza per sostituire Calgaro, dimostra di avere un'ottima gamba e uno spunto non indifferente nell'uno contro uno. Anche Battistella spinge molto e va spesso al cross. A rompere l'equilibrio, dopo aver rischiato di finire sotto, è bomber Garbuio, sfruttando un gran cross dalla sinistra. Il match è molto combattuto, a livello di padronanza territoriale le due squadre non riescono a prevalere e nemmeno in termini di occasioni da gol prodotte.
Purtroppo il match è molto condizionato da un arbitro assai protagonista.
Al 20' della ripresa l'inevitabile patatrac. Inevitabile perché il direttore di gara è di una scarsezza unica, lo si era visto e si poteva immaginare che fischiasse un rigore al primo contattino. Inevitabile perché i giallorossi sembrano non riuscire a chiudere la partita. Grazie agli dei del calcio il Bassano si riporta subito in vantaggio. Sfuriata sulla destra di Montagnani, cross rasoterra e tocco di giustezza di Pinton. Lo stadio esplode, il boato scaccia la paura e scalda il cuore. Il bello deve ancora venire però. Garbuio viene ammonito per simulazione e ci sta. Poi però il numero 9 viene ammonito di nuovo ed espulso da un arbitro che dà l'impressione di essere stato mandato in campo controvoglia strappandolo al tepore del focolare e all'affetto dei familiari. Un'agonia visto che mancano ancora una ventina di minuti. I ragazzi di Maino reggono bene la situazione e a 5' dal termine anche il Marola rimane in dieci per l'espulsione del portiere. Il finale è da panico perché il Marola entra troppo facilmente in area bassanese anche se stavolta la gestione del finale è migliore rispetto a domenica scorsa (!) e arriva anche un clamoroso palo in contropiede che avrebbe chiuso anzitempo la contesa.