Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 01-12-2019 16:48
in Calcio | Visto 458 volte
 

Mannaggia...

Partita brutta e risultato beffa. Ora orecchie tese al mercato

Mannaggia...

I giallorossi sono raggiunti sull'1 a 1 al 94'

Finisce tristemente la striscia di vittorie consecutive in casa. Finisce al 95' di una partita che doveva finire al 94' ma comunque non giocata al top dai giallorossi reduci dalla sconfitta di Cornedo. Il 2 a 0 avrebbe evitato la beffa è vero. Eppure in una settimana un po' anomala contavano solo i tre punti e i tre punti stavano arrivando.
Maino: "Ai ragazzi non posso rimproverare niente, abbiamo commesso due ingenuità. Lo Schio ha vinto? Non possiamo guardare in casa d'altri che sappiamo comunque essere forti". Adesso si attendono notizie dal mercato visto anche l'ennesimo successo da parte dello Schio, nuovo capolista.

La formazione. Dopo la rivoluzione settimanale con l'allontanamento di Baggio, Mason e soprattutto di Calgaro, uno dei pochi ad essere capace di risolvere le partite, Maino rivoluziona anche la squadra. Michelon in porta, In difesa Gallonetto, Gambasin, Marchioron e Cecini; centrocampo quasi inedito con Pinton, Sandoná e Zanin; tridente con Ovoyo, Garbuio e Battistella.

La partita. Dopo un avvio promettente il Bassano si spegne lentamente ma inesorabilmente. Il centrocampo è sufficientemente tecnico ma non riesce a tenere il pallino del gioco ma anche l'attacco è troppo impreciso e non riesce a tenere palloni in avanti. Salbre fa venire un brivido a Michelon con un diagonale feroce. I giallorossi sembrano davvero non esserci a livello di testa, lasciando basiti i tifosi vista anche la sconfitta di domenica scorsa. Stavolta almeno la dea bendata dà una mano. Al primo minuto di recupero della prima frazione una bella azione in velocità porta Battistella a colpire al volo sottoporta. Il gol e fondamentale perché scaccia i fantasmi che stavano calando sul Mercante. Peccato che Battistella rovini tutto esultando polemicamente contro qualche fischio onestamente meritato.

Con la ripresa delle ostilità la formazione di casa tenta di scrollarsi di dosso un po' di ruggine e qualcosa di meglio si vede. La gara rimane in bilico, Ovoyo ha un'opportunità ma ben presto Maino rinforza la mediana inserendo Dalla Costa e togliendo proprio la punta angolana. L'Altavilla nel corso della partita spende molto ed infatti con l'andare dei minuti mostra un calo fisico. Il Bassano si fa più pericoloso, Maino lo capisce al volo e riporta a tre i suoi attaccanti inserendo Alberti. Paradossalmente è però la formazione ospite a sfiorare il gol, Gallonetto non libera tempestivamente e a metterci una pezza straordinaria è il giovine Michelon, sicuramente tra i migliori in campo. Purtroppo non basta perché inspiegabilmente l'arbitro non fischia al quarto di recupero, il Bassano non fa filare via i pochi secondi mancanti e commette uno stupido fallo da rigore sul gong. Michelon vola ma il tiro è troppo angolato.