Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 22-08-2018 21:32
in Calcio | Visto 849 volte
 

Bassano tra rinforzi e campionato

La squadra lavora bene, si rinforza e supera il Tombolo (Eccellenza) in amichevole. Intanto dalla Federazione arriva una bocciatura che sa di (ennesima) presa in giro.

Bassano tra rinforzi e campionato

Frachesen, Cosma, Comarin e Solomom hanno segnato nella partita contro il Tombolo

Ecco i due nuovi rinforzi presi dal ds Cristian Giacometti per rinforzare la rosa di Francesco Maino. Si tratta del difensore Battistella e del centravanti Bonaguro, entrambi provenienti dallo Schio, formazione che milita in Promozione. I due giocatori fanno il loro debutto nel secondo tempo dell’amichevole vinta dai giallorossi per 4 a 1 contro il Tombolo, formazione costruita dall’ex Gastone Pistore e che dopo la fusione con il Vigontina-San Polo disputerà il campionato di Eccellenza. È il ds del Bassano che descrive le caratteristiche dei due rinforzi: “Battistella è una prima punta dotata di fisico e tecnica. Una punta che svaria, che fa giocare bene la squadra e che speriamo faccia anche tanti gol. Bonaguro invece è un difensore esperto, classe 1991, un giocatore che ci serviva proprio per rinforzare il pacchetto arretrato. L’infortunio di Gallina ci costringerà a tornare ancora sul mercato purtroppo”.
Il massimo dirigente fa un piccolo bilancio prima dell’inizio delle gare ufficiali: “Sono contento della squadra che abbiamo costruito. Finora abbiamo disputato delle buone amichevoli che sono allenamenti un po’ più impegnativi. Da domenica si comincia a fare sul serio con la Coppa Veneto. Si giocherà al Mercante alle 17:00 contro l’Arsié”. Chiuse definitivamente le speranze di un promozione in … Promozione. Il presidente della FIGC Comitato Regionale Veneto Giuseppe Ruzza ai microfono di Trivenetogol ha così giustificato la risposta negativa verso il Bassano: “C’è stato un cambio di denominazione sociale del Mussolente, che milita in Prima Categoria – chiude Ruzza – è diventato Fc Bassano 1903 ed è stata chiesta l’iscrizione alla Promozione in sovrannumero. Non è una nuova società ripartita da zero, per questo abbiamo detto di no. È una forma di rispetto per il risultato sportivo e per le altre società”. Come a dire che se il Bassano partiva da zero iscrivendosi in Terza Categoria veniva premiato con un riposizionamento in Promozione (!), essendo che ha raccolto il testimone di una squadra del territorio che stava chiudendo i battenti, il Mussolente appunto, allora si è deciso di non concedere nulla(!!!). Se i giallorossi non raccoglievano il testimone dal Mussolente, che fine fine faceva il “rispetto per il risultato sportivo e per le altre società”? Una barzelletta così tanto di cattivo gusto che non fa nemmeno ridere. Una forma di rispetto che la stessa Federazione non ha avuto nel concedere quelle deroghe che hanno rischiato di far scomparire il Bassano (ammettere di spostare con queste modalità il titolo sportivo di una squadra non solo è vietato dai regolamenti ma è pure scandaloso considerato che si parla di Bassano del Grappa e non di Gommarolo). È bene ricordare poi che senza la concessione della deroga al BV55ST di spostarsi a Vicenza e cambiare nome, la vecchia proprietà sarebbe comunque andata a prendersi il Vicenza e la formazione di BdG, grazie all'attuale multi-proprietá che è robusta ma robusta davvero, sarebbe ripartita almeno dalla serie D, così come la Reggiana, il Bari e tante altre. Lo stesso rispetto che non si è portato alle allora avversarie della Florentia Viola (poi tornata a chiamarsi Fiorentina) quando ha compiuto un doppio ripescaggio. Oppure lo stesso rispetto portato ai tifosi del Pisa quando a causa di una motivazione ridicola (potenza dell’impianto di illuminazione) fu loro negato il ripescaggio in B a favore della “riammissione” del Vicenza. O ancora il ripescaggio dell’Andria Bat (storia della Fidelis, fedina pulita dell’Andria Bat) o i punti di penalità inflitti al Novara in luglio da scontare nel campionato di serie B, anche se quest'ultima situazione è ascrivibile alla giustizia sportiva piuttosto che agli organi federali. I bassanesi hanno già patito abbastanza, non pigliamoli ulteriormente per i fondelli.

Bassano da Sogno. Il FC Bassano è stato letteralmente sommerso di richieste di adesione alla serata magica prevista per mercoledì 29 agosto. Quota 500 è stata raggiunta è superata tanto che se ci fossero ancora posti a disposizione si potrebbero raggiungere le 800 unità! Numeri incredibili! Nel giorno scelto per la presentazione ufficiale del nuovo F.C. Bassano 1903 si terrà il primo degli eventi benefici organizzati dalla società giallorossa: “Bassano da Sogno” ospitata nella splendida cornice di piazza Libertà.
Una vera e propria cena di gala, per oltre 500 persone, i cui proventi andranno devoluti interamente a “Dote InMovimento”, progetto ideato da Assosport, in collaborazione con la Regione Veneto ed il CONI, per supportare concretamente le famiglie nell’inserimento dei bambini nelle società sportive.
L’obiettivo dichiarato fin dal primo giorno dal presidente Fabio Campagnolo è quello di fare dell’F.C.Bassano 1903 molto di più di una squadra di calcio. E con questa iniziativa, che rappresenta solo uno dei progetti benefici già in cantiere, il mondo giallorosso contribuirà a sostenere il costo delle rette sportive per i bambini di famiglie in difficoltà.
Il programma della serata prevede due momenti distinti: il primo, aperto a tutti, in piazza Garibaldi dove alle 19 avrà luogo la presentazione alla città di squadra e staff tecnico.
Dalle 20, invece, cena di gala, preparata dai Ristoratori Bassanesi, in piazza Libertà. Ad aprire la serata, alcuni canti alpini e ad intrattenere gli ospiti durante la cena, le note del violino elettronico di Luvienne.

    Più visti