Marco Polo
bassanonet.it
Pubblicato il 13-04-2018 21:43
in Calcio | Visto 436 volte
 

Che finale!

La stagione sta entrando nella sua fase più calda. Il BV è in lotta per una posizione che assicuri un certo vantaggio ai playoff. La bagarre è terribile e bellissima. Il primo step è il match di Reggio Emilia di lunedì sera

Il regalo che non t’aspetti arriva un giovedì pomeriggio. Il Santarcangelo rivitalizzato da Karel Zeman ha superato il SudTirol nel recupero impedendo ai bolzanini di agganciare la Samb e salutare la folta compagnia in bagarre subito ai piedi del podio. La lotta al miglior piazzamento playoff non è mai stata così serrata. In quattro punti ci sono cinque squadre quindi in un decimo di secondo si passa dal terzo al settimo posto con ovvie conseguenze, importanti vantaggi e svantaggi, nella griglia per gli spareggi promozione. Quasi tutte le concorrenti al Gran Prix devono disputare tre partite: Bassano, Mestre, SudTirol e FeralpiSalò. La Sambenedettese ha il doppio vantaggio di tre punti in più e di una gara in più da giocare anche se il clima a San Benedetto del Tronto tra Capuano e l’ambiente è piuttosto teso. Fare pronostici è impossibile anche perché ci sono diversi scontri diretti, in particolare il SudTirol deve giocare sia con la Feralpi che con il Mestre, e per questo la lotta è davvero elettrizzante. Il dato certo è che arrivare quarti consentirebbe di saltare il primo turno, arrivare terzi anche il secondo e visto il tour de force con partite previste ogni tre giorni sarebbe un buon vantaggio. Rotto il tabù scontri diretti per il Bassano si profila un finale di stagione potenzialmente ricco di emozioni. Il che non vuol dire vincere per forza ma fare strada negli spareggi si, eppoi chissà. Il guaio, semmai, è che Colella non potrà contare su Razzitti. L’unico centravanti di peso ha completato il ciclo degli infortuni con il problema peggiore: legamento del ginocchio saltato e sei mesi di prognosi. Una specie di dramma, una sfiga pazzesca se si pensa che fu acquistato per sostituire Grandolfo fermato dallo stesso guaio. Per carità, i risultati ottenuti con Colella sono arrivati con un contributo minimo da parte del biondo attaccante, più che una perdita bisogna parlare di perdita di un potenziale valore aggiunto. O di un giocatore essenziale qualora a Diop venisse un raffreddore. Pure Venitucci deve fermarsi per curarsi. Il trequartista ne avrà per un mese, almeno lui potrebbe rientrare giusto in tempo per i playoff e nel frattempo scaldano i motori Laurenti, Tronco e Gashi.

Tre partite. Rispettivamente a Reggio Emilia contro la vicecapolista, in casa contro il Gubbio e al Menti per un imperdibile Derby. Nove punti in palio per cercare di minimizzare al massimo i possibili rimpianti riferiti ai due mesi buttati via tra ottobre e novembre e le quattro sconfitte ingiuste e sanguinanti nei derby con lo stesso Vicenza, poi Padova, Mestre e Ferlapi. Questo Bassano sta meritando con le prestazioni di essere protagonista a lungo anche in un postseason che di fatto è già incominciato. Lunedì alle 20:30, diretta Rai Sport, i giallorossi affronteranno la Reggiana per il primo caldissimo scontro di questo ciclo finale. I granata sono appena stati sconfitti dal Mestre nel recupero, difficilmente prenderanno sotto gamba la partita e la Regia dell’ex Cattaneo è una formazione di altissimo valore. D’altra parte il BV ha acquisito una personalità, un’identità e una condizione atletica che lo pone al riparo da qualsiasi timore reverenziale. Contro la Samb si è evidenziato un ulteriore passo in avanti sul piano della mentalità e della concentrazione, due aspetti in realtà molto legati. Si può prevedere una gran bella partita anche perché il pari servirebbe a poco.

    Più visti