Pubblicità

Opera Estate Festival

Pubblicità

Opera Estate Festival

Alessandro TichAlessandro Tich
Direttore Responsabile
Bassanonet.it

Elezioni 2024

Centrodestra Brenta

Scuole e parcheggi in destra Brenta: il candidato FdI Antonio Guglielmini replica all’attacco del candidato sindaco avversario Roberto Campagnolo. “Analisi scontata e superficiale, tipica da campagna elettorale, ecco come stanno le cose”

Pubblicato il 05-06-2024
Visto 27.100 volte

Pubblicità

Aaah, la legge dell’ultimo miglio.
Siamo ormai ai metri conclusivi dell’infinita maratona della campagna elettorale per le amministrative bassanesi ed è adesso, come nelle gare di corsa vere, che scoppia la bagarre.
E che bagarre: ad accenderla è stato il candidato sindaco della coalizione di centrosinistra Roberto Campagnolo che lo scorso 31 maggio, a una settimana dal voto, ha improvvisamente attaccato l’amministrazione uscente e quindi il suo competitor diretto Elena Pavan sulla questione della proposta di soluzione per i parcheggi in destra Brenta presentata qualche giorno prima in conferenza stampa dalla stessa Pavan assieme ai due candidati di Fratelli d’Italia, nonché amministratori comunali uscenti, Andrea Zonta e Antonio Guglielmini.

Antonio Guglielmini (archivio Bassanonet)

La ripeto e riassumo per l’ennesima volta nel caso vi foste persi il giro, anche se è difficile perché il solo articolo sull’intervento di Campagnolo, intitolato “Promesso e non concesso”, al momento in cui sto scrivendo ha ottenuto più di 26.300 visualizzazioni.
Senza contare “Guglielmix”, l’articolo con il quale ho dato per primo la notizia, il più visto del mese con oltre 31.300 letture.
La proposta in questione prevede quanto segue:
Costruzione di un nuovo plesso scolastico unificato, comprendente scuola primaria e scuola secondaria di primo grado, nell’area dell’attuale campo sportivo della Ss. Trinità, previo accordo con la Parrocchia stessa. Realizzazione di un nuovo parcheggio scoperto e coperto da un migliaio di posti auto di capienza nell’area della scuola media G. Bellavitis, previa demolizione della stessa. Contestuale dismissione della scuola primaria G. Pascoli, destinata a sede per i servizi di quartiere e comunità.
Sempre in breve, Roberto Campagnolo bolla la proposta come “un’idea allo stato attuale insostenibile” e “una presa in giro per i cittadini”, per una serie di considerazioni per le quali vi rimando all’articolo che lo riguarda.
Ma ecco che, puntuale come la rata del mutuo, arriva la replica al candidato sindaco avversario del consigliere comunale uscente e candidato di Fratelli d’Italia Antonio Guglielmini, nonché architetto di professione, autore della proposta progettuale di cui all’oggetto, tramite un comunicato stampa trasmesso in redazione che pubblichiamo di seguito.

COMUNICATO

Riscontro il comunicato del candidato sindaco Roberto Campagnolo riportato nell’articolo “Promesso e non concesso” di Alessandro Tich, pubblicato su Bassanonet.

Intervengo in qualità di ideatore della proposta sul Sistema dei Parcheggi in Destra Brenta, frutto di un'attenta analisi e riflessione progettuale. Sebbene il bersaglio del comunicato fosse l'attuale sindaco Elena Pavan, candidata per un secondo mandato, mi sento in dovere di chiarire alcuni punti.

Le osservazioni di Campagnolo, tipiche da campagna elettorale, dimostrano una predisposizione alla critica delle proposte altrui senza offrire una visione lungimirante per il futuro della nostra Città. Nella sua rapida analisi, scontata e superficiale, non ha compreso la portata e i riflessi di una proposta come questa, che non solo mira a dotare la Destra Brenta di un adeguato e capiente sistema di parcheggi atteso da decenni, peraltro l’unica soluzione possibile e sostenibile di tale ampiezza in Quartiere Angarano, ma guarda ben oltre questo obiettivo.

Le due scuole di primo grado nel Quartiere Angarano, come la maggior parte delle scuole in Italia, sono state costruite in un’epoca in cui era unica, comune e tradizionale la lezione trasmissiva, con una rigida separazione tra aule come unico luogo dell’insegnamento, e gli altri ambienti dell’edificio, ritenuti non ugualmente importanti per la didattica. Queste scuole, la primaria G. Pascoli del 1964 e la secondaria G. Bellavitis del 1974, sono ormai vetuste, molto costose da mantenere, energivore e inadeguate sismicamente per la sicurezza dei nostri figli, ma sono anche inadeguate come spazi per una didattica moderna e innovativa, lontane dalle esigenze delle nuove e diverse generazioni di ragazzi che nel tempo sono e saranno chiamate a frequentarle.

In Italia ci sono oltre 39.000 edifici scolastici attivi e la stragrande maggioranza di questi sono stati costruiti tra il 1958 e il 1983 come risposta al fenomeno del baby boom, due su tre edificati prima del 1976 proprio come i nostri due edifici e tutti gli altri presenti nel nostro territorio, eccetto la Bellavitis 2.0, inaugurata nel 2014.
E tutti assumono in sé le stesse caratteristiche: non sono infatti in grado di rispondere alle mutevoli esigenze degli studenti e dell’istruzione.

Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli, ha recentemente affermato che gli investimenti nell’edilizia scolastica devono assumere un ruolo centrale per la crescita delle nuove generazioni, integrando tre concetti fondamentali ed inscindibili tra loro: sicurezza, sostenibilità e innovazione didattica.

Gli spazi scolastici, quindi, come progettati e costruiti, sono cruciali per l’apprendimento e il benessere di studenti e insegnanti.

Sebbene interventi come la sostituzione dei serramenti, il cambiamento del generatore di calore e l’isolamento delle pareti esterne siano necessari nel tempo, non sono però sufficienti per rendere sicura e moderna una struttura scolastica, che resterà sempre e comunque obsoleta e inadatta alle nuove generazioni di studenti, profondamente diversi da quelli di cinquant'anni fa.

Prima o poi dovremo riflettere sul nostro vasto e datato patrimonio scolastico, la cui età media è di 52 anni, non adeguato né dal punto di vista della vulnerabilità sismica né della sostenibilità ambientale. Entro il 2030 mancherà circa il 15% della popolazione studentesca a causa della perdurante denatalità, e tra i compiti di un buon amministratore c’è anche quello di pensare per tempo a ciò che il futuro ormai prossimo ci riserverà.

La realizzazione di un nuovo parcheggio strutturato in Destra Brenta, totalmente fuori terra, capiente e integrato nell’ambiente, rappresenta l'ultimo step di questa ambiziosa proposta, perfettamente sostenibile e strategica per Bassano. Questo progetto guarda al futuro e alla crescita della nostra Città, al contrario di quanto ha palesato Campagnolo criticandolo solo per attaccare l’avversario. Sono convinto che, se avessi proposto questo progetto come membro della sua squadra, l'avrebbe accolto con entusiasmo, proprio come ha fatto il mio candidato sindaco Elena Pavan.

Questo progetto richiede tempo per essere sviluppato, un confronto con i vari soggetti portatori d’interesse, dedizione e impegno nella ricerca dei fondi necessari.

Tuttavia, con la sua completa realizzazione, il borgo di Angarano diventerebbe una inedita ma straordinaria porta di accesso alla nostra Città attraverso il Ponte degli Alpini, valorizzando così il primo nucleo abitato della millenaria storia di Bassano del Grappa. Da meta finale a punto di partenza, invertendo l'attuale dinamica.

Viva Bassano!

Antonio Guglielmini

Press Edition New

Bassanonet.it Press Edition

Più visti

1

Elezioni 2024

17-06-2024

Tribuno del popolo

Visto 19.330 volte

2

Elezioni 2024

16-06-2024

Ti FdI di me?

Visto 18.675 volte

3

Elezioni 2024

16-06-2024

Marin Le Pen

Visto 18.561 volte

4

Elezioni 2024

19-06-2024

Ultime lettere di Elena Pavan

Visto 18.136 volte

5

Elezioni 2024

19-06-2024

Impegno per Roberto

Visto 16.971 volte

6

Elezioni 2024

17-06-2024

La confederAzione

Visto 16.560 volte

7

Elezioni 2024

17-06-2024

Il ritorno dello Jedi

Visto 16.258 volte

8

Elezioni 2024

18-06-2024

Press conference

Visto 16.047 volte

9

Elezioni 2024

21-06-2024

Facoltà di voto

Visto 12.244 volte

10

Elezioni 2024

20-06-2024

Big Bang

Visto 8.851 volte

1

Elezioni 2024

02-06-2024

Tortelli d’Italia

Visto 45.581 volte

2

Elezioni 2024

31-05-2024

Promesso e non concesso

Visto 32.270 volte

3

Elezioni 2024

10-06-2024

Mezzo e Mezzo

Visto 31.452 volte

4

Elezioni 2024

12-06-2024

Per chi suona la campagna

Visto 30.741 volte

5

Elezioni 2024

03-06-2024

Chiedo Asilo

Visto 30.197 volte

6

Elezioni 2024

05-06-2024

Centrodestra Brenta

Visto 27.100 volte

7

Elezioni 2024

05-06-2024

O così o PD

Visto 24.775 volte

8

Elezioni 2024

15-06-2024

Tutti insieme apparentemente

Visto 24.661 volte

9

Elezioni 2024

29-05-2024

Long Playing

Visto 24.100 volte

10

Elezioni 2024

11-06-2024

Think Fink

Visto 23.765 volte