Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 15-10-2010 19:13
in S.O.S. città | Visto 2.441 volte

“Cercasi Robin Hood disperatamente!!!”

Lettera in redazione sul problema dei parcheggi e dischi orari in Largo Parolini. “Il Sindaco si comporta come lo sceriffo di Nottingham”

“Cercasi Robin Hood disperatamente!!!”
“Cercasi Robin Hood disperatamente!!!”: è l'intestazione, che ci ha subito incuriosito, di una email trasmessa oggi in redazione da quattro utenti dei parcheggi di Largo Parolini a Bassano.
I firmatari della comunicazione, che lavorano tutti in quella zona, lamentano l'improvvisa introduzione - nell'area già gravata dai parcheggi a pagamento a strisce blu - del nuovo sistema di parcheggi a disco orario, per una sosta massima consentita di 15 minuti.
Riportiamo, integralmente, il testo dell'email:

“Egregio Direttore,
lavoriamo a Bassano del Grappa in Largo Parolini e lamentiamo una situazione di parcheggio che è andata via via peggiorando.
Ottima cosa che il Comune abbia reso il Metropark libero e mi può anche stare bene che per "ammortizzarne" la spesa (non so se in affitto o che) abbia reso a pagamento con parchimetro tutti i posti auto dei park interni.
Restavano a disco orario tutta la fila lato camera di commercio e negozio di salumi , invece lateralmente erano tutti liberi come anche la fila appena fuori il Metropark .
Ci perdoni la premessa ma era necessaria: ora improvvisamente nell'arco di una notte è stato messo ovunque l'obbligo di disco orario con fermata max di 15min.(?? cosa ci fai in Largo Parolini per 15 minuti??)
E' risaputo che chi parcheggia qui lo fa perché ci lavora o perché deve prendere treno/bus sempre per recarsi al posto di lavoro: perché il Sindaco ce l'ha con questa categoria di persone?
Ha preso una cantonata mettendo le strisce blu ed ora invece di fare mea culpa e magari, qualche riflessione piu' profonda - tipo .."caspita forse i parcheggi sono sempre vuoti perché non c'è gente di passaggio e chi ci lavora non percepisce il mio stipendio..." - tenta di farla pagare a noi limitando sempre più i posti auto liberi e costringendoci via via a sborsare cifre che non possiamo (non e' questione di volere) permetterci!!
E' un comportamento da sceriffo di Nottingham peggiorato dal fatto che avendo una societa' sua proprio limitrofa a Largo Parolini non può non conoscerne a fondo le problematiche!!
Inoltre tutto ciò proprio con l'inverno alle porte, dove quindi e' più difficile, viste le temperature rigide, venire a piedi o in bicicletta per chi (alcuni fortunati) abita a Bassano.
La proposta e' predisporre per chi ci lavora un tesserino che ti consenta, se non gratis, di cavartela almeno con €10,00 di costo di parcheggio al mese ovviamente sabato e domenica esclusi.

Diana Micca
Lorena Bertozzo
Daniele Bonifazi
Roberta Roma”

Libertà è Parola

Libertà è Parola - Intervista ad Angelica Bizzotto

Stasera raccontiamo la storia di questa giovane bassanese con un’enorme passione per il cinema che l’ha portata a studiare alla University of...