Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 23-09-2010 13:33
in Attualità | Visto 3.709 volte
 

Risolto il “giallo” della statua

La scultura in Piazzotto Montevecchio fa parte di una mostra allestita in vari punti della città. Incontro chiarificatore tra il commerciante Franco Cogo e l'organizzatrice dell'evento. Lunedì la statua sarà spostata alcuni metri più in là

Risolto il “giallo” della statua

L'organizzatrice della mostra Francesca Canapa e il commerciante Franco Cogo davanti alla scultura di Alfonso Fortuna

Risolto il “giallo” della scultura apparsa l'altroieri in Piazzotto Montevecchio, davanti al negozio di scarpe di Franco Cogo, oggetto di un nostro cliccatissimo articolo sul canale attualità di Bassanonet.
Come anticipato da alcuni bloggers, nello spazio dei commenti all'articolo in questione, la piccola statua su base di marmo rientra fra le opere di un'esposizione d'arte allestita in più punti della città.
La mostra - intitolata “WHITE” - è organizzata dall'associazione “Gioiellodentro”. Dopo una prima fase della rassegna, con esposizione di gioielli nelle vetrine della città lo scorso fine settimana, l'evento prosegue ora con una mostra di gioielli artistici al Museo Civico dal 24 settembre al 31 ottobre e con l'esposizione, nello stesso periodo, di quattro sculture d'autore in altrettanti angoli della città: una, appunto, in Piazzotto Montevecchio (opera dello scultore Alfonso Fortuna), una davanti a San Francesco (opera di Roberto Lanaro) e altre due (scolpite da Pino Pin) nella piazzetta di Via Museo.
“Lo scopo di questa mostra - affermano gli organizzatori - è trasformare il centro della città in una grandiosa vetrina d'arte contemporanea, in prevalenza rappresentata da gioielli e sculture contemporanee, creando un fenomeno unico in Europa.”
Ma tutto questo Franco Cogo - che si è visto “apparire” l'artistico ostacolo davanti al negozio - non lo sapeva. Come tanti altri - vigili urbani compresi -, incuriositi ma del tutto ignari della provenienza dell'opera. Dubbi facilitati dalla mancanza di cartelli o didascalie, che saranno apposte alle opere nei prossimi giorni.
“Se non la rimuovono domani - ci aveva detto ieri Cogo - chiamo un mio amico con il camion e la rimuovo io.”
Il nostro articolo sulla “statua misteriosa” ha messo in subbuglio gli uffici comunali preposti, che si sono subito attivati per trovare una soluzione allo sgradito posizionamento dell'opera.
Questa mattina, la soluzione è arrivata. La responsabile di “WHITE” Francesca Canapa, scultrice e vicepresidente di Gioiellodentro, si è recata sul posto assieme a un funzionario comunale per un cordiale chiarimento con Franco Cogo.
Le richieste del commerciante sono state accolte: la statua della bambina, sul blocco marmoreo sopra il quale ci si può sedere, lunedì sarà spostata dall'ingresso del negozio di calzature e trasferita alcuni metri più in là, sempre in Piazzotto Montevecchio, davanti all'ingresso della banca Unicredit.
“Abbiamo già parlato coi responsabili della banca - ci ha detto il funzionario del Comune -, per loro non c'è nessun problema.”
In questi giorni, del resto, Unicredit ha altre cose a cui pensare...