Alessandro Tich
Direttore responsabile
Bassanonet.it
Pubblicato il 16-01-2010 22:13
in Attualità | Visto 2.458 volte

“Pedemontana necessaria, ma dissenso sulla comunicazione degli espropri”

La posizione di “Sinistra Ecologia Libertà” di Bassano sulla realizzazione della Superstrada. “Comportamento poco limpido verso la cittadinanza”

“Pedemontana necessaria, ma dissenso sulla comunicazione degli espropri”

Superstrada Pedemontana: "Doveroso un gesto di rispetto per i cittadini dei Comuni interessati"

Sulla questione della futura Superstrada Pedemontana Veneta, riceviamo e pubblichiamo un intervento di “Sinistra Ecologia Libertà” di Bassano del Grappa.
“Non entriamo nel merito della costruzione della Statale, per noi assolutamente necessaria per smaltire il traffico insostenibile che attanaglia l'area urbana che si estende da Vicenza a Treviso - afferma il portavoce Mattia Bertin - ma esprimiamo dissenso sul modo in cui i cittadini sono stati informati degli espropri dai Comuni.”
Ecco il testo dell'intervento:

“A tutti i cittadini della fascia Pedemontana:

Ci troviamo costretti ad intervenire per censurare il modo in cui i trentadue comuni e le due province (Vicenza e Treviso) interessate dalla costruzione della futura strada Superstrada Pedemontana Veneta hanno deciso di comunicare con noi cittadini le decisioni prese.
E’ vero che esiste una norma per la quale, ogniqualvolta un esproprio riguardi più di cinquanta persone il Comune, o la Provincia, non è obbligato a comunicare direttamente agli interessati l’atto, ma è sufficiente che pubblichi in un quotidiano la lista dei soggetti coinvolti. Successivamente questi hanno solo trenta giorni di tempo per opporsi.
E’ vero che si tratta di 2843 espropri da realizzare entro tempi molto brevi.
Ma ci appare che, con tutti i soldi spesi in questi anni per inviare ad ogni abitante materiale informativo da parte dei comuni, e valutando l’incidenza sul costo complessivo dell’opera, spedire 2843 lettere personali per informare chi sarà coinvolto dalla costruzione della Spv non sarebbe stato un gesto spropositato.
Ora, dopo questo comportamento poco limpido verso la cittadinanza, ossia la pubblicazione, apparsa per un solo giorno su alcuni quotidiani, della lista di coloro che si troveranno di fronte all’esproprio dei propri beni, pensiamo sia doveroso un gesto di rispetto per i cittadini dei comuni interessati: chiediamo di dare immediata comunicazione del futuro esproprio a tutti i residenti che si trovano in questa condizione.

Sinistra Ecologia Libertà - Bassano del Grappa”

Più visti