ELEZIONI
Alessandro Tich
bassanonet.it
Pubblicato il 15-04-2009 23:18
in Attualità | Visto 2.551 volte
 

Il "Dirigibile Portoghesi"

L'aeronave, in volo geo-stazionario a 65 metri di altezza, ha sorvolato per tutta la mattina la città simulando l'impatto delle "Torri di Portoghesi"

Il

Il dirigibile in volo sopra il Ponte Vecchio, fotografato da Borgo Angarano

L'idea di issare con un auto-gru una tela da 65 metri sul posto dove dovrebbero sorgere le “Torri di Portoghesi”, per simularne l'impatto visivo sul resto della città, non era praticabile. E così - in vista della seduta del Consiglio Comunale di Bassano che domani notte deciderà definitivamente sulla questione - è scattato il “piano B”.
Questa mattina un dirigibile in volo geo-stazionario a 65 metri di altezza ha sorvolato per diverse ore la città per simulare, in modo alternativo, l'impatto dell'altezza dei due edifici sul resto del contesto urbano.
Il “blitz” è stato promosso dalle civiche associazioni che si oppongono al progetto e che fanno capo al neonato sodalizio “La Nostra Bassano” in collaborazione con Italia Nostra.
Alcuni rappresentanti delle associazioni, durante i passaggi del dirigibile, hanno fornito spiegazioni ai cittadini sorpresi, a prima vista, per la presenza dell'insolito oggetto volante.
La spettacolare dimostrazione è stata decisa all'ultimo momento - come confermato a Bassanonet.it dal presidente de “La Nostra Bassano” dott. Mario Baruchello - a causa dell' “incertezza” riguardante la prima ipotesi della grande tela issata all'interno dell'Area Parolini dal braccio meccanico. Baruchello riferisce di essere stato contattato dagli amministratori comunali, per avere “ulteriori informazioni” sull'iniziativa dimostrativa nell'area delle Torri “soltanto ieri sera”.
Alla vigilia della seduta del Consiglio Comunale, e visti i tempi ormai strettissimi, i promotori della simulazione hanno quindi pensato di cogliere “una nuova occasione che si è presentata in queste ore”.
La “visualizzazione” offerta dal dirigibile offre nuovi importanti spunti alla civica discussione aperta ormai da mesi sulla questione. Un dibattito che domani notte, con il voto dei consiglieri comunali, porterà al suo definitivo esito istituzionale.